Roma: fuori Roberta Vinci, ora occorre ricostruire un gruppo di campionesse

Fuori anche Roberta Vinci. Ma è soltanto l’ultimo colpo subito. Il tennis azzurro deve ricostruire un gruppo di campionesse capaci di lottare con le prime, perché quella “valanga rosa” che ha dato all’Italia grandi trionfi ha esaurito la sua spinta propulsiva. Francesca Schiavone, la mitica vincitrice del Roland Garros, cerca ancora di dare tutto da ottima “Capitana” delle azzurre, ma la sua stagione migliore è alle spalle.

Flavia Pennetta si è ritirata e – dopo il tributo ricevuto al Foro italico (vedi foto di apertura) – pensa solo al matrimonio imminente con Fabio Fognini e ai bambini. Roberta Vinci si è spremuta all over the world dopo aver sconfitto a New York Serena Williams, in una partita che resterà leggendaria, Sara Errani sembra l’ombra di se stessa e non si capisce bene quali sono i problemi fisici (e non solo) che l’affliggono da tempo. Inoltre quella che sembrava una risorsa emergente, Camila Giorgi, ha rotto con la Federtennis e con se stessa perché ormai perde una partita dopo l’altra (e pensa anche lei a sposarsi, come mostra la foto sotto).

Insomma, non è tutto sbagliato sicuramente. Ma è tutto da cominciare a rifare per davvero: è tempo che Barazzutti pensi a costruire una gruppo nuovo, anche se la Federtennis e il presidente del Coni Malagò pensano di mandare in campo il doppio Errani e Vinci alle Olimpiadi di Rio. Con un’attenta programmazione, Roberta Vinci ha qualcosa da dare ancora anche nel singolare, ma occorre che qualcuno la fermi nell’ingordigia che l’ha afferrata dopo New York.

 

aaaagiorgifidanzata

Oggi agli Internazionali

Gli Internazioni continuano anche senza le italiane. Oggi i riflettori puntati soprattutto sulle sfide Suarez Navarro-Bacsinszky, Muguruza-Ostapenko e sul derby Usa tra Serena Williams e la McHale. Dopo la strage di Top ten di ieri, vediamo cosa ci riservano oggi i campi in terra rossa.

 

Il disastro italiano

Va tutto male anche oggi per gli italiani agli Internazionali. Andreas Seppi perde con Gasquet per 6-3 il primo set. E per 6-4 anche il secondo. Anche lui è fuori dagli Internazionali.

Ma va decisamente peggio a Roberta Vinci, che da sempre ha dei problemi con il torneo di Roma, che che subisce da Johanna Konta (nella foto in basso) un 6-0 inguardabile nel primo set. Nel secondo va meglio, ma la tarantina si trova sotto 5-4 nel secondo set, dopo un ottavo game combattutisismo che poteve conquistare. E non perde solo il game, ma anche la partita con un 6-0, 6-4.

Del resto la giornata ha fatto strage di Top ten: oggi sono uscite la Vinci, numero 7 Wta, la Azarenka, numero 8 e Angelique Kerber, numero due al mondo. Tutte le giocatrici di vertice del tabellone sono fuori. A Roma potrebbe arrivare una vincitrice a sorpresa.

aaaaaaakonta

Roberta dopo la sconfitta non esclude il ritiro

aaaaarobertavinci

 

Non l’ha presa bene Roberta Vinci la sconfitta di Roma: Anche per la perentorietà del risultato. È abbastanza epslicita in conferenza stampa, anche se non bisogna prendere le sue aprole per oro colato perché arrivano, appunto, dopo una batosta non prevista, almeno nelle dimensioni.

“Se mi rivedrete qui l’anno prossimo? Boh, diciamo…ni”. Più no che sì, dunque: “Vediamo a fine stagione come starò. Ho appena perso, facciamo passare questo momento. Ma non è facile, non è tutto rose e fiori dietro il best ranking. Devo ritrovare la motivazione, la voglia di mettermi lì a lottare, a soffrire. Non dico che sto pensando di smettere, però faccio fatica”.

E aggiunge: “Mi ero presa tutta la positività possibile per giocare bene qui a Roma, non ce l’ho fatta. Come al solito, arrivo qui e non va. In campo non mi sono divertita, non sono mai entrata in partita. Ultimamente ho brutte sensazioni, ogni match ormai è duro, sulla terra ancora di più. Sì, l’avversaria ha giocato bene, pareva un fenomeno. Ma il tennis è una bilancia: va sopra lei e io vado giù. Tutto è dipeso da me”.

Arrivano il Roland Garros e le Olimpiadi di Rio. Non crediamo che Roberta smetta di giocare proprio ora, ma dopo la sconfitta inflitta a Serena Williams e l’ingresso nelle Top ten, l’impressione è che Roberta non si sia gestita bene, andando a gareggiare ovunque, finché non si è infortunata.

 

Eliminate Azarenka e Kerber, due Top ten

Giornata di sorprese agli Internazionali: la numero 2 e la numero 8 al mondo sono fuori dal torneo di singolare femminile, battute da due outsider. La prima a essere eliminata è stata la numero 8, Victoria Azerenka, messa fuori in soli due set dalla rumena Irina Camelia Begu: 6-3, 6-2 il punteggio.

Molto più combattuto il match tra la numero 2 delle classifiche Wta Angelique Kerber e la numero 46, Eugenia Bouchard (nella foto sotto). Ha vinto la canadese in tre set, molto belli nel finale: 6-1, 3-6, 7-7 il punteggio finale con la Bouchiard che è riuscita a riemergere quanto tutot sembrava perduto. Invece si qualifica per gli ottavi di Roma e la sua classifica cambiera prima del Roland Garros, dandole qualche chance in più nel tabellone di Parigi.

aaaboucha

 

Fuori anche Andreas Seppi

Inizia male l’ultimo degli italiani in gara, Andreas Seppi. L’altoatesino – reduce da un’operazione all’anca – perde il primo set 6-3. Nel secondo si porta sul 4-5, annullando un match point al francese. Ma poi è eliminato con un 6-4.

aaaaseppi

Alle 15,30 l’altoatesino Andreas Seppi (nella foto) numero 42 Atp, deve affrontare il temibile Richard Gasquet, numero 12 del ranking Atp e undicesima testa di serie a Roma, per Seppi è un concorrente temibilissimo. Il bilancio dei confronti diretti è nettamente in favore del francese: 5-1.

Ma la giornata è importante per il tennis italiano, perché degli azzurri si è salvato solo Seppi (nella foto qui sopra), che con due tie break ha eliminato il canadese Vasek Pospisil. Il prosieguo non sarà facile perché Gasquet è in ottima forma.

Ottima la partita d’esordio dell’azzurro, al rientro dopo l’intervento all’anca. E ottima pure la tenuta visto il match ha sfiorato le due ore di gioco (1 ora e 57′). Finisce 7-6, 7-6.

I due si erano già affrontati quattro volte in passato, il bilancio era in parità. La prima sfida sulla terra ha rotto l’equilibrio, per fortuna della spedizione azzurra agli Internazionali 2016.

La partita è iniziata alle 15,30.

 

Alle 16 Roberta Vinci

Agli Internazionali di Roma c’è rimasta solo Roberta Vinci, l’ultima delle Mohicane potremmo chiamarla, dopo l’eliminazione di tutte le tenniste italiane.

Roberta giocherà il terzo incontro di una giornata che inizia alle 11, dopo Azarenka-Begu e Bouchard-Kerber. La sua partita inizierà – con ogni probabilità – intorno alle 16. Diretta anche streaming su Supertennis.tv.

 

La tarantina (nella foto sopra) se la vedrà con una cliente non facilissima ma occorre tener presente che la Vinci – testa di serie numero 7 – entra direttamente al secondo turno per affrontare la britannica Johanna Konta, n. 23 Wta, che si è liberata facilmente della svedese Johanna Larsson (6-1, 6-2), n. 60, proveniente dalle qualificazioni. Tra l’italiana e l’inglese non ci sono precdente ma è un match da non sottovalutare. Oggi poi – secondo le previsioni – si dovranno fare anche i conti con la pioggia. Speriamo che il torneo possa andare avanti regolarmente.

aaabegu

La Begu brucia in partenza l’Azarenka

Partenza bruciante della romena Irina Camelia Begu, (nella foto sopra) sfavorita, da numero 32 della classifica Wta, contro la Azarenka, numero 8 al mondo. La tennista nata in Romania, si porta subito sul 5-2 a suo favore.

La Azarenka sfrutta il servizio e risale a 3-5. Ma la Begu va a servire e chiude senza problemi, aggiudicandosi – contro ogni pronostico – il primo set per 6-3 in meno di 40 minuti. E, subito dopo, il secondo per 6-2. Azarenka a sorpresa fuori.

aaaakerber

Sorprendente anche Bouchard contro Kerber

Una sorpresa anche dal match successivo che vede opposte la canadese Bouchard e la tedesca Kerber (nella foto sopra), molto più in alto di lei in classifica. La Kerber perde il primo set 6-1 e, tra un set e l’altro, è in preda alle lacrime mentre il suo coach cerca di incoraggiarla. Riuscirà a ribaltare tutto nel secondo set? La Bouchard ieri ha battuto la Jankovic, una delle prime dieci al mondo. Sarà in grado di ripetersi oggi?

Una sfida che sembrava impari

Da notare che Eugenia Bouchard (nella foto qui sopra) è la numero 46 della classifica Wta, mentre Angelique Kerber è numero 2 nella classifica mondiale Wta. Intanto la canadese conduce per 3 a 1 anche nel secondo set, dopo essere stata in vantaggio per 3-0. Ma la Kerber rimonta ancora e si porta sul 2-3. Il match è a un momento di svolta. E la Bouchard non si fa cogliere di sorpresa. Si aggiudica il suo servizio: 4-2. Ma lo stesso fa subito dopo Angelique, che si porta sul 3-4. La Kerber però strappa il servizio alla canadese e si porta sul 4-4. E, subito dopo, per la prima volta in questa partita è in vantaggio: 5-4.

Ma Eugenia non demorde e conquista il 5-5. Nell’undicesimo game, la Kerber stava per perdere il punto. Ma riconquistava la parità molto fortunosamente grazie  aunnastro e poi si portava sul 6-5. E il game successivo portava le due tenniste al terzo set. La Bouchard, partita sul 3-0 in questo set, si è fatta rimontare, un punto dopo l’altro.Il terzo set inizia con la numero 2 Wta al comando per 2-0 con un break strappato alla canadese, che però non molla e mete a segno un controbreak: 2-1 per la Kerber. Un game per una e la tedesca è ancora avanti 3-2. Altri due game combattuti e si va al servizio della canadese sul 4-3 per la tedesca. Ma la Bouchard recupera ancora: 4 a 4. La Kerber, però, sa portarsi ancora avanti: 5-4 per lei. Il decimo game potrebbe essere decisivo, ma la Bouchard mette a segno anche un ace. È 5 pari. Le due tenniste ora giocano con grande classe.

Ma il 6-5 per la Bouchard è frutto di un break sul servizio della Kerber. Fasi finali davvero appassionanti. Va abattere la canadese per quello che potrebbe essereil game decisivo.

 

Grande prova di Filippo Volandri

Nessuno se lo immaginava alla vigilia. Tra Filippo Volandri, numero 203 del mondo, e lo spagnolo David Ferrer, numero 9, sulla carta non c’è partita.

Ma Filippo chiude il set con un grandissimo 6-4 a suo favore, vincendo l’ultimo game a zero. Grande patita dell’italiano, che continua fino al 5 pari del secondo set. Poi il tennista spagnolo prende il sopravvento e pareggia con un 7-5. L’italiano e lo spagnolo vanno ora al terzo set. Ma nella terza parte del mathc la superiorità del numero 9 al mondo emerge tutta.

Il set finisce 6-1 e Filippo, dopo tre partite, due vinte, una – quella di oggi – persa lascia il Foro Italico. Il match di oggi è durato poco più di due ore. Nel doppio sono stati anche eliminati Fognini e Seppi. Edizione sempre più arida per gli italiani questa degli Internazionali di Roma.

 

aaaatotti

In tribuna sul centrale Totti, applaudito e fotografatissimo, e due dei suoi bambini assistono al match. Ma escono prima che sia finito.

 

Lorenzi in campo dalle 19

La partita dell’ultimo italiano in gara oggi, Paolo Lorenzi, è stata spostata alle 19.

Il senese, 34 anni, numero 53 Atp e wild card, deve affrontare un cliente assai temibile sul rosso come lo spagnolo Roberto Bautista Agut (questa partita è la quarta sul Pietrangeli a partire dalle ore 11): Bautista Agut è il numero 17 della classifica Atp, quindicesima di serie.

Dura poco più di 40 minuti il primo set, ma per l’azzurro non c’è niente da fare: finisce 6-3 per lo spagnolo. E va ancora peggio il secondo set, perso dall’italiano per 6-1. Ora al Foro italico della squadra azzurra restatno solo Andreas Seppi e Roberta Vinci.

 

Già eliminata Claudia Giovine

Sono solo due le tenniste azzurre rimaste in gara agli Internazionali di Roma. Oggi tocca a quella che ha la classifica più bassa, Claudia Giovine (nella foto sopra), cugina di Flavia Pennetta, che ormai sta preparando il matrimonio con Fabio Fognini, eliminato ieri.

Claudia, unica azzurra emersa dalle qualificazioni, fa il suo esordio nel tabellone principale nel terzo match sul Campo 2. La brindisina, numero 423 Wta, deve affrontare la tennista Usa Christina McHale, numero 56 del ranking mondiale. Tra le due non ci sono precedenti. La partita è iniziata prima delle 15. La Giovine ha perso nettamente il primo set con un secco 6-1, ma si è rifatta nel seocndo set infliggendo un 6-2 alla favoritissima avversaria. Si gioca il terzo set, che si mette subito male per Claudia. La tennista Usa si porta subito sul 4-1 e chiude rapidamente il set con un 6-2. Occasione sfumata.

Alle 16, invece, è previsto il match tra Volandri e Ferrer. Proibitivo per l’azzurro (a meno di miracoli).

 

aaadoppiste

Ieri, nel torneo di doppio, Claudia Giovine e Angelica Moratelli (nella foto qui sopra) hanno superato il turno, battendo le cinesi Yi-Fan Xli e Saisai Zheng in tre set: 0-6 6-3 10-5.

 

Domani l’esordio di Roberta Vinci
Esordio mercoledì, direttamente al secondo turno, invece, per Roberta Vinci, numero 7 Wta e settima testa di serie, che entrerà in gara contro la vincente del match tra la britannica Johanna Konta, numero 23 Wta, e la svedese Johanna Larsson, numero 60 Wta, proveniente dalle qualificazioni.

 

 

Ieri il disastro azzurro al Foro italico

Foro Italico: si salvano solo un maschio e una femmine, su 9 che si erano presentati in campo. La prima giornata “ufficiale” degli Internazionali di Roma è una catastrofe per azzurre e azzurri. Va fuori anche Fabio Fognini. Dei maschi si salva soltanto Andreas Seppi. E tra le donne Roberta Vinci che comincia a giocare solo domani. Buio pesto per tutto il resto: la Schiavone, la Knapp, la Errani, Cecchinato.

Fognini perde in due soli set contro lo spagnolo Guillermo Garcia-Lopez, e perde 6-1, 7-6. E dire che era attesissimo su questi campi.

 

Si salva solo Seppi (nella foto qui sopra), che con due tie break elimina il canadese Vasek Pospisil e si guadagna un secondo match con il francese Gasquet. E il prosieguo non sarà facile neppure in questo caso perché Gasquet è in ottima forma.

Ottima la partita dell’azzurro, al rientro dopo l’intervento all’anca. E ottima pure la tenuta visto il match ha sfiorato le due ore di gioco (1 ora e 57′). Finisce 7-6, 7-6.

I due si erano già affrontati quattro volte in passato, il bilancio era in parità. La prima sfida sulla terra ha rotto l’equilibrio, per fortuna della spedizione azzurra agli Internazionali 2016.

 

aaafognini

Volandri si è salvato domenica 8 maggio

Internazionali: finite ieri le qualificazioni, con l’ottimo rispescaggio di una vecchia conoscenza come Filippo Volandri, oggi parte il tabellone principale.

Tre gli azzurri impegnati a mezzogiorno: Cecchinato contro Raonic (un pessimo cleinte per l’azzurro), Francesca Schiavone contro la Safarova (brutta cliente anche lei, ma Francesca può tutto), Fognini contro un “Potabile” Garcia Lopez. Sempre intorno a mezzogiorno fa il suo esordio anche l’azzurra Karin Knapp che affronta la ceca Barbara Strycova (numero 20 nella classifica Wta, diretta supertennis tv).

Nel primo pomeriggio dovrebbero giocare anche Sara Errani contro la Watson, passata alle qualificazioni in tre set contro la romana Burnett,  e Francesca Schiavone.

Ma sono molti gli azzurri e le azzurre che scendono in campo oggi: otto tra donne e uomini.

aaaavenus

Inizia bene Venus Williams

Tornata a giocare sulla terra rossa di Roma, Venus Williams (nella foto qui sopra) impiega 50 minuti a strappare il primo set a un’altra tennista Usa, Coco Vandeweghe: 6-4. Il secondo set è molto meno combattuto e finisce con un 6-3. Per Venus è la vittoria numero 29 nel torneo di Roma.

aaaaitalianaknapp

Karin Knapp con un dolore al ginocchio

Va malissimo all’azzurra Karin Knapp (nella foto sopra, mentre si disseta prima del match) che affronta la ceca Barbara Strycova, numero 20 della classifica Wta (diretta supertennis tv).

Karin perde il primo set con un netto 6-2, accusa un dolore al ginocchio e prende un antidolorifico. Ma la ripresa dura poco. Ben presto è sotto 5-2 anche nel seocndo set. Brava la tennista ceca, ma la Knapp è una delle peggiori mai viste in un torneo di questo livello.

Karin ha risposto al suo coach che la sollecitava: “Non sono lucida” e infatti anche il secondo set sfila, verso una malinconica conclusione, con il secondo 6-2.

 

Schiavone-Safarova 3-6 nel primo set, 2-6 nel secondo

Subito dopo è Sara Errani ad affrontare la prima partita degli Internazionli 2016 contro la britannica Heather Watson, numero 56 della classifica Wta (diretta supertennis).

Contemporaneamente giocano anche Francesca Schiavone, emersa dalle qualificazioni, contro la Safarova.

Francesca inizia bene e va avanti sulla parità fino al 3-3. Poi smarrisce qualche colpo e finisce per perdere il primo set per 6-3. Francesca poi perde anche il secondo set per 6-2 in un’ora e dieci.

 

Errani-Watson al terzo set

La terza italiana a scendere in campo oggi è Sara Errani che se la vedrà con la britannica Watson. Sara ha un problema respiratorio e il primo set si ferma. Ma poi la Watson se lo aggiudica per 6-4. La Errani è capace, però, di un grande ritorno e si aggiudica il seocndo set per 6-3. Si va al terzo set.

Ma la terza parte del match è nefata per la tennista romagnola. La Watson balza al comando per 5-0 e c’è poco da fare per Sara, che è la terza azzurra fuori in poche ore. Il terzo set finisce 6-0.

Ora ai singolari degli Internazionali di Roma, resta solo Roberta Vinci, che entra in campo domani direttamente al secondo turno.

 

Gli Internazionali in televisione

 

Sky e Supertennis.tv faranno il pieno delgi Internazionali di Roma, ma – dopo 16 anni – nelle fasi finali ci sarà anche la Rai.

In realtà gli Internazionali d’Italia sono un’esclusiva di Sky. Solita copertura con il doppio canale fino agli ottavi di finale in programma giovedì 12 maggio. Da venerdì, con i quarti, diretta su Sky Sport 2.

Per gli abbonati alla pay tv di Murdoch, il torneo sarà disponibile anche sul servizio streaming di Sky Go.

Per i non abbonati è possibile acquistare la diretta dell’intero evento in streaming sul portale Sky Online al costo di 9.99€. Per farlo bisogna prima registrarsi sul portale e verificare se la connessione adsl è in grado di supportare il servizio con l’apposito comando “Test Banda”.

Su Supertennis, che è il canale della Federazione tennis, visibile anche in streaming o sul tasto 224 del satellitare di Sky, ogni giorno la programmazione sarà dedicata al torneo di Roma (con paticolare attenzione pr i match delle tenniste).

 

Domenica 8 maggio: passa Volandri

Roma: eliminate dalle qualificazioni tutte le azzurre, oggi – domenica 8 maggio – ci provano due ragazzi. Matteo Donati e Filippo Volandri tornano in campo con l’obiettivo di conquistare un post nel main draw degli Internazionali del Foro Italico.

aaaadonati

Sul Grandstand, Matteo Donati (nella foto qui sopra), numero 241 Atp, entrato in tabellone in extremis per il forfait del tedesco Benjamin Becker, affronta il francese Stephane Robert, numero 103 Atp. Ha perso in 61 minuti connun punteggio molto netto: 6-2, 6-4.

Ieri il ventunenne di Alessandria ha sconfitto all’esordio per 4-6, 6-3, 7-6, in poco meno di due ore di partita, il colombiano Santiago Giraldo, numero 105 Atp.

 

Volandri-Stepanek al terzo set

Filippo Volandri, numero 222 Atp, da parte sua gioca il secondo match sul centrale contro il ceco Radek Stepanek, 37 anni, numero 148 Atp, capace di piegare in rimonta il giovane yankee Taylor Fritz, grande speranza del tennis a stelle e strisce. Invece il livornese (34 anni) all’esordio ha superato il tunisino Malek Jaziri, numero 64 Atp e quinta testa di serie delle qualificazioni, ritiratosi sul punteggio di 6-4 4-1 per l’azzurro.

La partita inizia male per Volandri, che perde il primo set per 6-1, ma si rifà – sostenuto dal pubblico rmano – nel secondo set, che chiude a suo favore per 6-3.

aaaavolandri

Nel terzo set Filippo – più bravo del suo avversario sulla terra rossa – ottiene subito il break che potrebbe essere decisivo per la qualificazione nel tabellone degli Internazionali 2016. Poco dopo ne ottiene un altro: ora conduce 4-0. Ogni punto di Filippo (nella foto qui sopra) è accompagnato da un boato del pubblico.

Poi Filippo ha un momento di sbandamento e la vecchia volpe Stepanek recupera. Ma Volandri è abbastanza freddo per chiudere il terzo set sul 6-3. Dopo due anni, Filippo torna nel tabellone principale a Roma. Il livornese recupera un set di svantaggio e si guadagna il main draw degli Internazionali per la quindicesima volta, in un’ora e 40 minuti.

Filippo nel 2007 ottenne uno dei migliori risultati della sua carriera con la semifinale romana, dopo aver sconfitto tra gli altri anche Roger Federer. Poi è stato fermato da una serie di infortuni e da una squalifica che ne hanno bloccato quella che poteva essere una carriera molto più brillante.

 

 

È l’edizione numero 73 degli Internazionali
L’edizione numero 73 degli Internazionali Bnl d’Italia è alle porte. Da lunedì a Roma si daranno battaglia sui campi di terra rossa del Foro Italico i campioni del tennis mondiale. Ieri a Piazza del Popolo i sorteggi ufficiali per quella che sarà una settimana tutta da seguire per gli sportivi del Bel Paese. Sei gli italiani che cercheranno di onorare uno dei tornei più amati del circuito Atp. Cinque le azzurre. E, sembra, che sui tabelloni quest’anno ci saranno proprio tutti… Ma non Camila Giorgi, assente per un ko fisico rimediato in Spagna, ma sulla bocca di tutti per la sua love story con Giacomo Miccini sempre più esibita.

aaaaburnett

Qualificazioni: la Burnett in campo due ore

Ci sono 4 italiane che giocano già oggi, a partire dalle 12. Le quattro ragazze hanno ottenuto una wild card attraverso le pre-qualificazioni.
Primo turno impegnativo per Nastassja Burnett (nella foto) romana, 24 anni, numero 311 Wta, è stata infatti sorteggiata contro la britannica Heather Watson, numero 56 Wta e terza testa di serie delle qualificazioni. L’incontro è iniziato qualche minuto prima delle 15.

L’italiana perde facilmente in poco più di 30 mimuti il primo set per 6-3. Ma nel secondo è tutto un altro film. La Burnett si porta rapidamente sul 4-0. La Watson segna il punto del 4-1, poi chiama la fisioterapista che le misura la temperatura. La partita è sospesa, mentre la Burnett stava prendendo il sopravvento.

Il gioco dopo qualche minuto riprende per un sesto game che è il più combattuto visto finora. Se lo aggiudica la Bernett ed è 5-1 per l’italiana. Alla battuta va la Watson, che conquista il punto del 2-5. Ora tocca a Nastassja prendersi il set e lo fa con un 6-2, insospettabile nel corso del primo set. Si va al terzo. Finora le due tenniste hanno giocato per un’ora e trenta.

La tennista romana ha una grandissima occasione nel terzo set: sul 3-2 per lei si porta 40-0 nel sesto game, ma riesce a perderlo e dal 3-3 si passa al 4-3 per l’inglese, che poi conquista il 5-3.

La partita ora sembra compromessa e, unfatti, dopo 2 ore e 20 minuti l’italiana è eliminata con 6-3. Ma la Nastassja che si è vista oggi nel secondo set e fino al 3-2 del terzo è una tennista che può crescere ancora. Oltretutto lei che è numero 311 della classifica Wta ha trovato una numero 56. Anche in questo la fortuna non l’ha aiutata.

 

Tutte eliminate le altre italiane delle qualificazioni

Martina Colmegna, senza ranking Wta, dovrà invece vedersela con la portoricana Monica Puig, numero 60 Wta e sesta testa di serie. Non c’è stata partita: ha vinto la Puig con un inequivocabile 6-3, 6-0.

Martina Di Giuseppe, numero 486 Wta, ha perso con la spagnola Lara Arruabarrena, numero 77 Wta e quindicesima testa di serie con un secco 6-2, 6-4.

Alberta Brianti, numero 426 Wta, giocherà contro la cinese di Taipei Su-Wei Hsieh, numero 76 Wta e testa di serie numero 14.

La cinese ha vinto in tre set, dopo aver perso il primo. Questo il punteggio per Su-Wei Hsieh: 2-6, 6-1, 6-4.

La partita delle burnett è trasmessa in diretta da Supertennis.tv (anche streaming).

 

Il sorteggio del tabellone

Nella parte maschile si prospetta un quarto tra Nadal e Djokovic, Federer potrebbe sfidare il giapponese in crescita in questi giorni Nishikori.

Nell’altra parte del tabellone i duelli possibili sono tra Murray e Berdych (i due si sono sfidati nei quarti a Madrid) e tra Wawrinka e Tsonga.

Fognini trova un “potabile” Garcia Lopez al primo turno, gli altri italiani: Caruso-Kyrgios, Cecchinato-Raonic, Sonego-Sousa e Seppi-Pospisil.

 

La Vinci può trovare subito la Azarenka

Per quanto riguarda le donne, nei quarti Serena Williams potrebbe torvare una cliente molto difficile come Simona Halep, Roberta Vinci (nella foto sopra) una non semplice Azarenka, Suarez Navarro-Muguruza e Kerber-Kvitova.

Francesca Schiavone affronterà la Safarova, Errani e Giovine giocheranno contro una qualificata mentre Knapp se la vedrà con Strycova.

Da Djokovic a Federer tutti i big presenti
Il tabellone principale per gli uomini sarà composto da 56 giocatori: 8 bye (le teste di serie che accederanno direttamente al secondo turno), 44 ammessi direttamente in base alla classifica Atp, 4 wild card (permesso di partecipazione a giocatori che altrimenti non potrebbero partecipare), 7 provenienti dalle qualificazioni, 1 special exempt (ammissione al tabellone principale per impossibilità a partecipare alle qualifiche). E, come detto, ci saranno tutti i big.

Infatti i primi 10 del rankig Atp parteciperanno tutti al torneo della Capitale a meno di sorprese dell’ultimo minuto. Quella che preoccupava era la presenza dell’idolo delle folle Roger Federer, dopo il ritiro per problemi alla schiena di Madrid (oggi si giocano i quarti di finale) ma il tennista elvetico ha rassicurato tutti confermando la sua partecipazione.

aaaaanole

“Nole” l’uomo da battere
Il palcoscenico è ricco e gremito per dar vita a un torneo straordinario. Senza dubbio l’uomo da battere sarà, come sempre, il serbo Novak Djokovic, numero uno del mondo e vincitore della scorsa edizione del torneo capitolino. Gli organizzatori si augurano un replay della finale dell’anno passato: avere Nole contro Federer sarebbe un successo per il torneo.

Ma attenzione agli altri! Nadal, tornato ai suoi standard e lo scozzese Murray sono i due maggiori candidati a dare “fastidio” al campione serbo. Come outsiders da tener d’occhio i vari Nishikori, Berdych, Tsonga, Raonic e Wawrinka capaci di exploit degni di nota. Anche i “puristi” del gioco saranno accontentati con la presenza di Gasquet, Lopez, Dimitrov, Kohlschreiber e del giovane Thiem.
Certo è che sapere che negli ultimi 11 anni i vincitori del torneo di Roma sono stati soltanto Nadal (sette volte) e Djokovic (quattro) scoraggia gli altri pretendenti al titolo…

Fognini guida gli azzurri
Gli italiani certi di essere in tabellone saranno 6: a guidarli il nostro numero 1 Fabio Fognini (31 al mondo) che però nel torneo di casa non è mai riuscito ad entusiasmare. Gli altri saranno Andreas Seppi, Paolo Lorenzi, Marco Cecchinato, Lorenzo Sonego e Salvatore Caruso. Con la speranza di vedere ampliato il numero di azzurri dopo il week end di qualificazioni.
L’obiettivo per la truppa italiana è quello di stupire ed accendere il popolo del Foro Italico. Poi magari qualcuno raggiungerà una semifinale come riuscì a Filippo Volandri nel 2007…

Chi sorprenderà Serena Williams?
Per quanto riguarda le donne la notizia è che non ci sarà, come ormai è noto, la detentrice del titolo del 2015 Maria Sharapova. La tennista russa non potrà partecipare a causa della squalifica per doping inflittale lo scorso marzo.

Anche tra il gentil sesso però c’è un’atleta che la fa da padrona: è Serena Williams, già vincitrice del torneo di Roma per tre edizioni e numero uno del mondo, a partire con i favori del pronostico. Con possibilità di vittoria però ci sono anche Halep, Muguruza, Azarenka e Kerber.

 

Roberta Vinci, il fiore all’occhiello
Tra le azzurre il nostro fiore all’occhiello è Roberta Vinci, da oggi numero 7 del ranking Wta. Tenteranno l’impresa senza dubbio anche Sara Errani, già finalista nel 2014, Francesca Schiavone e Karin Knapp.

aaaagiovine

Claudia Giovine, una “cugina” wild card

La prima esperienza del Foro Italico se la giocherà sicuramente al meglio delle sue possibilità la brindisina Claudia Giovine, (nella foto) cugina di Flavia Pennetta, non giovanissima perché è nata nel 1990, numero 408 del mondo, alla quale è stata assegnata una wild card.

aaaaaacamila

L’anello di Camila Giorgi

I favori del pronostico chiaramente non sono dalla parte delle nostre tenniste, che non potranno contare sull’apporto della brava Camila Giorgi, out per un problema alla schiena (e impegnata a “lanciare” il prossimo matrimonio).  Camila ha infatti postato una foto con un anello in primo piano (foto sopra) e una serie di hashtag molto chiari: #engagement #ring #love #emocionada #feliz. La Giorgi si avvia dunque a sposare il tennista Giacomo Miccini (con lei nella foto in alto)?

 

Tornando al torneo dei Fori Imperiali…
Ma il tennis regala delle sorprese anche in campo e chissà che una delle nostre non alzi il trofeo, come non accade dal lontano 1985: allora vinse Raffaella Reggi…

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto