Borussia Dortmund: è terrorismo, arrestato un islamico

Terrorismo, il dilemma è stato sciolto. Gli inquirenti tedeschi affermano che l’attacco di ieri sera a Dortmund contro l’autobus del Borussia ha una “motivazione terroristica” ma, ha sottolineato la procura federale tedesca, “il motivo esatto resta incerto”.

La polizia ha arrestato una persona. Lo ha detto la portavoce della procura federale tedesca, Frauke Köhler, a Karlsruhe. Nel mirino degli inquirenti ci sono due sospetti, appartenenti ad ambienti islamici. Gli appartamenti di entrambi sono stati perquisiti, uno dei due è stato fermato, ha aggiunto la portavoce. La procura sta verificando ora se chiedere un mandato d’arresto contro di lui.

 

Due le ipotesi che erano sul tappeto

Ipotesi opposte sull’attacco terroristico di ieri sera al pullman del Borussia Dortmund. La polizia sta seguendo due strade: una pista islamica radicale e una rivendicazione di ambienti antifascisti.

Il match – rinviato ieri – si giocherà oggi alle 18.45.

Secondo Sueddeutsche Zeitung, NDR e WDR, nella lettera di rivendicazione ritrovata vicino l’autobus si fa riferimento all’attentato contro un mercatino di Natale a Berlino e alle missioni dei Tornado tedeschi in Siria. Fonti vicini agli inquirenti citate dalla Sueddeutsche Zeitung definiscono l’episodio molto insolito e ritengono possibile anche l’ipotesi che i responsabili delle esplosioni abbiano voluto fornire una pista falsa.

 

La seconda rivendicazione
Gli inquirenti tedeschi stanno però verificando anche una seconda rivendicazione, proveniente probabilmente da ambienti antifascisti. La rivendicazione è comparsa martedì sera su internet ed è scritta in uno stile simile a quello dell’Antifa, una sigla che raccoglie gruppi di autonomi, anarchici ed esponenti della sinistra radicale extraparlamentare. Nel testo si spiega che l’autobus è stato attaccato in quanto “simbolo della politica” del Borussia Dortmund, che non si impegnerebbe abbastanza contro razzisti, nazisti e populisti di destra.

 

 

“Un attacco mirato”, dice il capo della polizia

“È stato un attacco mirato alla squadra del Borussia Dortmund”: questo – ieri sera – il commento di Gregor Lange, capo della polizia di Dortmund in conferenza stampa.

“Il movente non è ancora chiaro – ha aggiunto – e nulla può essere escluso, neppure le ipotesi peggiori”.

Gli ordigni esplosi davanti al bus del Borussia erano nascosti in una siepe. Ma altri oggetti sospetti sono stati rinvenuti nei pressi dell’hotel del Borussia Dortmund, durante i controlli. La polizia ha comunicato in una nota di indagare su “un attacco con esplosivi da prendere seriamente”.
Colpito da schegge di vetro, il difensore Bartra (nella foto nel riquadro in apertura e qui sotto) è finito in ospedale con tagli ad un braccio ed è stato operato al polso.

La partita con i francesi del Monaco si dovfrebbe rrecuperare stasera alle 18,45.

 

Oggi c’è anche Bayern Monaco-Real Madrid

Ma le autorità tengono d’occhio anche la situazione di Monaco dove il Bayern di Ancelotti è impegnato in Champions contro il Real Madrid: un altro match al centro dell’attenzione dei media mondiali.

Terrorismo sulla Champions: le notizie dell’11 aprile

Il terrorismo piomba sulla Champions League. Tre esplosioni si sono verificate – nel tardo pomeriggio di oggi – davanti al bus del Borussia Dortmund, mentre la squadra si dirigeva verso lo stadio per la partita di Champions contro il Monaco. Il quotidiano tedesco Bild parla di “esplosivo” che, secondo il tabloid, potrebbe essere stato piazzato precedentemente sulla strada. Risulta ferito, riferisce sempre la Bild, il giocatore Marc Bartra (nella foto in basso), trasportato in ospedale. Le sue condizioni non sembrano gravi.

Bartra è un calciatore catalano, formatosi alla scuola del Barcellona e, infatti, proprio dalla Spagna sono arrivati i primi messaggi di incoraggiamento.

La partita, che doveva essere diretta dall’arbitro internazionale italiano Orsato, è stata rinviata. Niente Champions league stasera a Dortmund. La partita dovrbebe giocarsi domani alle 18,45. I tifosi sono rimasti chiusi nello stadio fino alle ore 21.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto