Vaccini: da oggi scatta il “richiamo” nelle scuole per i bambini non vaccinati

“Da lunedì si mette in moto il meccanismo previsto dalla circolare congiunta dei ministeri della Salute e dell’Istruzione”: lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Walter Ricciardi, riferendosi a quanto prevede la circolare del 27 febbraio 2018, che fissava al 10 marzo il termine della consegna dei documenti relativi alle vaccinazioni in asili nido, materne e scuola dell’obbligo.

Comunicazione alle famiglie

Il meccanismo che scatterà a partire da lunedì mattina, 12 marzo, prevede che i dirigenti scolastici debbano inviare una comunicazione scritta alle famiglie i cui bambini non sono in regola con le vaccinazioni, invitandole a presentare i relativi documenti. Se questo non avverrà i bambini di asili nido e materne non saranno ammessi a scuola fino alla presentazione della documentazione richiesta.

Il 10 marzo improrogabile

La scadenza del 10 marzo è quindi improrogabile e da oggi i presidi che hanno già le informazioni relative ai bambini non in regola con le vaccinazioni potranno convocare le famiglie o trasmettere loro una comunicazione scritta. In questo caso i bambini di asili nido e scuole materne che non sono stati vaccinati e che non sono in lista d’attesa per esserlo non potranno entrare finchè la loro situazione non sarà regolarizzata.

I tempi variano per ciascuna scuola

I tempi in cui questo accadrà dipenderanno da scuola a scuola. Ad esempio, si prevede che i tempi possano essere più rapidi nelle Regioni che hanno adottato l’anagrafe vaccinale: in questo caso le scuole ricevono direttamente dalle Asl la situazione relativa a quanti sono in regola con le vaccinazioni.

C’è tempo fino al 20 marzo

Invece, dove l’anagrafe vaccinale ancora non c’è, sarà la scuola a dover raccogliere la documentazione dalle famiglie e questo potrebbe richiedere tempi più lunghi. In ogni caso a partire da oggi i dirigenti scolastici avranno tempo fino al 20 marzo per inviare alle famiglie dei bambini non vaccinati la comunicazione formale che le inviti a provvedere alla vaccinazione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto