Perugia: strangola la mamma di 80 anni, arrestato il figlio sessantenne

È stato arrestato in flagranza per omicidio volontario il sessantenne di Perugia che aveva chiamato i carabinieri dicendo di avere ucciso la madre, 80 anni, in casa.
L’uomo è stato interrogato a lungo dagli inquirenti e sarebbe apparso in stato confusionale.

Nessun indicazione avrebbe fornito sul momento sul movente che è al vaglio degli investigatori.

La donna era ancora a letto

La donna, vedova, è stata trovata ancora a letto. Il figlio – hanno confermato gli accertamenti – l’hastrangolata.
L’uomo, un pensionato incensurato, abitava nella stessa palazzina della madre, in un appartamento al piano di sotto con la sua famiglia. La scorsa notte aveva dormito con la madre, come faceva di tanto in tanto per farle compagnia. Dopo averla uccisa è stato lui stesso a chiamare i carabinieri, attendendoli nell’appartamento della donna.

Indagini dei carabinieri

L’uomo avrebbe raggiunto l’abitazione della donna, che viveva da sola dopo la morte del marito. Sul posto, in via in via delle Ghiande, i carabinieri del comando provinciale e anche il pubblico ministero e il medico legale, Laura Paglicci Reattelli.

Ipotesi omicidio

Viene ipotizzato l’omicidio nell’indagine condotta dai carabinieri dopo che un’anziana è stata trovata morta, strangolata, in un appartamento di una palazzina nella frazione perugina di Montelaguardia.
Il figlio della vittima è stato condotto in caserma dai carabinieri che lo stanno interrogando alla presenza del magistrato di turno e di un legale.
L’allarme è scattato dopo che l’uomo ha chiamato il 112 affermando di avere ucciso la madre. Al momento non risulta, comunque, che il fermo sia stato trasformato in arresto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto