Roma: la diciassettenne morta aveva denunciato una violenza sessuale

È morta la ragazza di 17 anni, di origini australiane, precipitata ieri sera dalla finestra di un appartamento al sesto piano di un palazzo in zona piazza Re di Roma. La giovane, che viveva nella capitale, era stata trasportata in ospedale in gravissime condizioni ed è deceduta poco dopo. Sulla vicenda indaga la polizia.

 

Violenza sessuale

La Procura di Roma procede per il reato di istigazione al suicidio in relazione alla morte di una ragazza di 17 anni precipitata ieri sera dalla finestra di una appartamento nel quartiere San Giovanni.

In base a quanto si apprende da fonti giudiziarie, la giovane nei mesi scorsi ha presentato una denuncia per violenza sessuale, attribuita a una persona incontrata per caso, su cui si stava indagando ancora per cercare riscontri. La ragazza viveva a Roma con la famiglia.

Indagini in corso

La giovane si trovava a casa di un’amica dove era andata all’uscita di scuola. L’amica è stata ascoltata dagli investigatori proprio per cercare di ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Dalle prime informazioni, all’arrivo a casa sarebbe andata in camera e avrebbe chiuso la porta. Ma saranno le indagini a dare una spiegazione alla morte della giovane.

Roma: diciassettenne va dell’amica e precipita dal sesto piano, gravissima, le notizie precedenti

Una ragazza di 17 anni è precipitata ieri dal sesto piano di un palazzo in via Pomezia a Roma. La ragazza è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Giovanni.

In corso le indagini della polizia: la giovane, da una prima ricostruzione, si trovava nella casa presa in affitto da un’amica.

Quest’ultima viene ascoltata dagli investigatori proprio per cercare di ricostruire la dinamica di quanto accaduto. La strada, non lontano da piazza Re di Roma, è stata a lungo chiusa per effettuare gli accertamenti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto