Italo-Ntv: sottoscritto il contratto di vendita per 2 miliardi, manca il sì Antitrust

Sottoscritto il contratto di compravendita relativo al 100% del capitale sociale di Italo-Ntv Nuovo trasporto viaggiatori.

Lo annuncia una nota della società, aggiungendo che l’accordo, siglato nella giornata di ieri, riflette le condizioni comunicate lo scorso 7 febbraio. Il closing dell’intesa con il fondo Usa Global Infrastructure Partners (Gip) – precisa ancora la nota – è condizionato all’ottenimento dell’autorizzazione Antitrust europea prevista per legge.

Le notizie dell’8 febbraio

Un altro addio a un’azienda italiana che aveva provato a imporsi sul mercato. Ntv-Italo abbandona l’idea della quotazione in Borsa e si affida al fondo Usa Global Infrastructure Partners (Gip).

La società ha accettato la nuova offerta da 1,980 miliardi di euro ricevuta da Gip per il 100% del capitale sociale. Inoltre è previsto che gli attuali azionisti di Italo incassino il dividendo di 30 milioni deliberato dall’assemblea della società e che la stessa sostenga spese relative all’interrotto processo di quotazione fino ad un massimo di 10 milioni di euro, quindi il controvalore complessivo dell’offerta americana è di 1,980 miliardi di euro.

 

Il via libera dell’Antitrust entro l’11 febbraio

L’offerta prevede poi che la sottoscrizione del contratto di compravendita, la cui esecuzione (closing) è condizionata dal via libera dell’Antitrust, avvenga entro l’11 febbraio.

Gli attuali azionisti hanno poi la facoltà di reinvestire fino ad un massimo del 25% dei proventi derivanti dalla vendita alle stesse condizioni di acquisto da parte di Gip. In mattinata, intanto, è convocato il Cda di Italo-Ntv che procederà al ritiro della domanda di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto depositata presso Consob e di ammissione a quotazione delle azioni della società depositata presso Borsa Italiana.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto