Napoli: omogeneizzati scaduti al supermercato, intossicato bimbo di 19 mesi

La polizia provinciale di Napoli ha effettuato il sequestro di decine di confezioni di omogeneizzati che erano in vendita in supermercato del quartiere di Posillipo. L’ordine, disposto dalla magistratura, segue un esposto dei genitori secondo cui (scontrino alla mano) gli omogeneizzati acquistati lì avevano provocato nausea, vomito, febbre e diarrea a un bambino di 19 mesi perché scaduti. Un’intossicazione alimentare, insomma, come stabilito nella casa di cura “La Madonnina” dov’era stato portato il piccolo.

Confezioni immangiabili da oltre un anno

Quando gli agenti si sono presentati, hanno verificato che erano numerose le confezioni scadute anche da molto tempo. Se ne vendevano infatti con date di scadenza al ​31 dicembre 2014, al 30 aprile, al 31 luglio, al 30 ottobre e al 31 dicembre 2015. Ora gli omogeneizzati verranno analizzati dall’Asl Napoli 1, come deciso dell’autorità giudiziaria.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto