Si dimette Guariniello, il pm di tante inchieste dalla parte dei consumatori

Lascia il pubblico ministero Raffaele Guariniello, il magistrato che ha condotto molte inchieste delicate dalla parte dei consumatori e dei cittadini, come quella sull’olio extravergine truccato prima che fosse inviata ad altre procure, sui farmaci per l’epatite C ultracostosi, sulle emissioni alterate della Volskwagen, sulla strage di lavoratori della Thyssen, su Stamina e sull’Eternit, solo per citarne alcune. Era uno dei magistrati per il quale il Csm aveva deciso il pensionamento dopo che il governo ha riportato a 70 anni l’età massima di permanenza in servizio.

L’addio entro Natale poi un nuovo lavoro segreto

Guariniello, però, ha giocato d’anticipo presentando oggi, venerdì 11 novembre, la lettera di dimissioni. Ha deciso di non seguire la via scelta da altri magistrati che si sono rivolti al capo dello Stato per ottenere l’annullamento del provvedimento e per i quali il Consiglio di Stato ha sospeso il collocamento a riposo. La pensione, per lui, sarebbe scattata con la fine dell’anno, ma lascerà la toga entro Natale abbandonando il suo ufficio al quinto piano del palazzo di giustizia di Torino. Ma non dovrebbe darsi alla vita da pensionato: secondo l’Ansa, infatti, per lui sarebbe pronto un nuovo lavoro di cui al momento non si sa nulla.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto