Conte cede alle proteste e non va da Mara Venier per il messaggio sulla scuola

Doveva essere un messaggio di alcuni minuti per augurare un buon inizio anno, un in bocca al lupo, agli studenti che da lunedì torneranno sui banchi, con tutte le incognite dell’emergenza Covid.

Ma la registrazione del premier Giuseppe Conte per ‘Domenica in’, in onda sulla Rete ammiraglia Rai, a quanto apprende l’Agenzia Adnkronos non ci sarà: il presidente del Consiglio, dopo le polemiche dell’opposizione che la sua partecipazione ‘da remoto’ alla trasmissione condotta da Mara Venier hanno generato, ha deciso di evitare, soprattutto perché a farne le spese -il ragionamento- sarebbe la scuola, in un momento già estremamente delicato.

Ad augurare un buon inizio agli studenti al posto del premier sarà Mara Venier, che tanto aveva insistito per avere il presidente del Consiglio nella sua trasmissione, ignara del polverone che si sarebbe generato.

Il commento di Mara Venier

“Mi sarebbe piaciuto che il Presidente del consiglio mandasse un augurio agli studenti e agli insegnanti per la ripresa di lunedì del nuovo anno scolastico. Era un’idea in corso ma il Presidente Conte ha preferito declinare la registrazione del videomessaggio per evitare che la scuola diventi occasione di polemiche… E allora il buon rientro a scuola lo farà la zia Mara”. Così Mara Venier annuncia che il messaggio del premier non ci sarà, contrariamente a quanto precedentemente comunicato durante la conferenza stampa della trasmissione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto