La scuola ricomincia: kit fai da te con jeans vecchi e matite usate

Con l’inizio dell’anno scolastico, si ripropone l’annoso problema del kit scolastico dei figli e dello smaltimento delle matite colorate non più utilizzabili. Con un po’ di fantasia e di tempo si possono realizzare oggetti personalizzati e soprattutto economici. Abbiamo selezionato per voi quattro semplici idee.

L’astuccio di jeans

Materiale occorrente: un paio di forbici, la parte superiore di un paio di jeans da riciclare, macchina da cucire.

Si ritaglia la parte superiore del jeans, ossia quella che comprende la zip e le tasche. Della parte ottenuta, si utilizza soltanto quella anteriore, cucendo le due estremità della stoffa e chiudendole anche lateralmente. La cucitura ottimale è quella realizzata con la macchina da cucire, essendo il jeans un materiale piuttosto resistente per essere facilmente cucito a mano. L’astuccio così ultimato – che si apre e si chiude tramite la cerniera originale del paio di jeans riciclato – è pronto per essere riempito ed essere inserito nello zaino.

Il temperamatite con contenitore

Materiale occorrente: 1 barattolino (di plastica o di vetro) con coperchio di plastica (per esempio quello della crema spalmabile o della marmellata da 30 gr), 1 temperino in plastica, 1 matita, 1 giravite a croce grande, 1 accendino, colla tipo Attak, taglierino.

Si scalda, con l’accendino, la punta del giravite a croce e la si poggia al centro del coperchio in plastica del barattolino, praticando movimenti circolari verso il basso al fine di forarlo adeguatamente. Con il taglierino si eliminano le eventuali eccedenze di plastica rimaste attorno al foro. La matita serve per provare la giusta misura del foro: nel momento in cui essa entra perfettamente nel foro si fissano delle gocce di colla sul contorno di quest’ultimo, attaccandovi sopra il temperino in modo che le due estremità combacino. Il tappo così lavorato viene quindi avvitato al barattolino e il temperamatite è pronto per essere utilizzato.

Come riciclare le matite colorate: la scatola portaoggetti

Materiale occorrente: una scatola di cartone o di latta senza coperchio, colla a caldo, mozziconi di matite colorate.

Dopo aver lavato e asciugato la scatola da utilizzare, con la colla a caldo si fissano i mozziconi delle matite in senso orizzontale, in modo che i diversi colori risultino ben amalgamati fra loro. Si possono utilizzare matite con o senza gomma sull’estremità, di diversa lunghezza, per rendere più vario l’aspetto del prodotto finale.

L’orologio da parete realizzato con le matite colorate

Materiale occorrente: 1 disco di metallo bianco o colorato, colla a caldo, meccanismo di un orologio, 12 mozziconi di matite (abbastanza lunghi) di diversi colori, pennarelli indelebili dello stesso colore delle matite utilizzate.

Dopo aver acquistato il meccanismo dell’orologio in un negozio di “fai da te”, lo si incolla sul disco di metallo. Sempre sul retro, si incollano i mozziconi delle matite riciclate, posizionandoli ciascuno in corrispondenza delle 12 ore di un orologio.

Dopo aver fatto asciugare la colla, si gira il disco di metallo e, con i rispettivi pennarelli indelebili, si colora il contorno della matita facendolo risultare il prolungamento della matita stessa. Si prosegue fino al meccanismo posto al centro del disco. Con i pennarelli si possono anche fare decorazioni a piacimento. L’orologio è quindi pronto per essere appeso.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto