MotoGp Misano, Lorenzo contro Rossi: “Sorpassi in modo troppo aggressivo” (video)

Compagni di squadra – sia pure ancora per poco – ancora una volta uno contro l’altro, subito dopo il traguardo di Misano.

Jorge Lorenzo contesta a Valentino Rossi il sorpasso subito nei primi giri.

a-asorpasso

Lorenzo attacca per primo: “Se non avessi raddrizzato la moto io sarei certamente caduto”.
Rossi: “Non è così. Cosa dovrei dire io del sorpasso di Pedrosa nei miei confronti e dei 13 fatti da Marquez a Silverstone?”.
Lorenzo: “È la mia opinione, rispettala”.
Rossi: “Quello che dici è falso. Anche tu sei aggressivo nei sorpassi”.
Lorenzo: “Quando?”.
Rossi: “Adesso non ricordo, ma un sacco di volte con me”.
Lorenzo: “Forse tu hai un’altra opinione, ma devi rispettare la mia”.
Dopo la conferenza, Rossi puntualizza ancora: “Mi dà fastidio che mi giudichi come un pilota scorretto”.
Lorenzo conclude il pomeriggio con i giornalisti spagnoli: “A 37 anni dovrebbe aver imparato il rispetto, che non si può ridere mentre uno parla, non lo può interrompere. Ho solo dato un giudizio sul suo sorpasso”.

Ma c’è chi fa notare che quando Lorenzo perde non ci sta e cerca sempre qualche scusa, più o meno provocatoria, dimenticando pubblicamnete – tra l’altro – che corre, almeno per quest’anno, con la stessa moto di Rossi.

 

Qui potete vedere il video che ha originato lo scontro verbale in conferenza stampa.

 

 

Vince la Honda di Dani Pedrosa

A Misano vince la Honda di Daniel Pedrosa, davanti a un Valentino Rossi su Yamaha, che ha condotto per metà Gran premio, al terzo posto Jorge Lorenzo, anche lui Yamaha, che era partito in Pole, ma era stato subito sorpassato dal compagno di squadra Rossi, male Marc Marquez, battuto dal compagno di squadra Pedrosa dopo molto tempo. Al quinto posto si è classificato l’ottimo Maverik Vinales su Suzuki. Le Ducati di Dovizioso e Pirro (che correva al posto di Iannone) sono finite al 6° e al 7° posto.

a-dani

Rossi – acclamato da migliaia di suoi tifosi – sul traguardo ha fatto un gesto come per dire: “Non ne avevo più”, ma ha guadagnato comunque dei punti nella classifica mondiale sia su Marquez che su Lorenzo. La gara di Misano consegna alla MotoGp l’ottavo vincitore diverso e questo accresce il fascino nel motomondiale nei confrotni della monotonia che sta facendo eprdere sempre più telespettatori alal Formula1.

Valentino, che ha festeggiato il podio bevendo lo champagne dallo stivale, secondo una nuova moda che si va diffondendo, ha detto in tv che quando ha visto arrivare Pedrosa si è chiesto sorridendo: “Ma Dani non poteva aspettare il prossimo Gran premio per vincere? Sarà difficile recuperare 43 punti a un grande campione come Marquez, ma arrivargli davanti dà una certa soddisfazione”:

 

La nuova classifica mondiale

Marquez resta al primo posto con 223 punti, al seocndo Valentino Rossi con 180, al terzoLorenzo con 162, al quarto Padrosa con 145.

 

La Yamaha di Lorenzo era partita in Pole

Sarà la Yamaha di Jorge Lorenzo a partire in Pole alle 14 di oggi nel Gran premio di San Marino e Rimini, in seconda posizione l’altra Yamaha, quella di Valentino Rossi, al terzo la Suzuki di Vinales, al quarto la Honda di Marc Marquez, che comanda la classifica mondiale. Al quinto e sesto posto partiranno le Ducati di Pirro (che sostituisce Iannone, infortunato) e di Andrea Dovizioso. Due Yamaha ai primi due posti, anche se si teme per oggi l’arrivo del maltempo. Ma fino a mezzogiorno sul circuito splendeva il sole.

La gara di MotoGp  avrà inizio alle 14: diretta tv su Sky e in chiaro Tv8.

Molto soddisfatto Lorenzo, per il tempo straordinario fatto segnare nel giro di qualifica. Valentino dichiara in tv che era abbastanza preoccupato per la prima gomma. “Sono contento – dice – perché partire in prima fila sarà importante. Ma abbiamo ancora tanti dubbi da sciogliere sulla gomma davanti e su quella di dietro. Vediamo domani”.

Le scintille di venerdì tra Rossi e Aleix

Dopo le scintille di ieri tra Valentino Rossi e Aleix Espargaro (vedi foto, con tanto di dito medio rivolto da Valentino al rivale) oggi tocca alle Pole positin per il Gran premio di motoGp di San Marino, che si corre su un circuito che Rossi conosce bene e che apprezza anche Jorge Lorenzo, quello di Misano.

a-ditorossitre

L’altro ieri polemiche e cadute

Pol Espargaro è stato il più veloce nella prima giornata di prove libere, nel Gran premio di San Marino e della Riviera di Rimini, durante la quale è successo di tutto.

Ieri sulla pista di Misano, infatti, non sono mancate polemiche, cadute e duelli all’ultimo millesimo di secondo. Alla fine l’ha spuntata, in sella a una Yamaha Tech3, Pol Espargaro, che ha firmato un ottimo 1’32″769, precedendo il connazionale della Honda, Daniel Pedrosa, e Andrea Dovizioso (Ducati).

Quarto Jorge Lorenzo su Yamaha, quinta la Honda di Marc Marquez, davanti alla seconda Yamaha ufficiale condotta Valentino Rossi, che ha accusato un distacco di 6 decimi da Espargaro e ha preceduto a sua volta Cal Crutchlow. Nelle prove del mattino il più veloce era stato proprio Rossi, che aveva firmato un eccellente 1’33″451, più veloce di 136 millesimi rispetto a Espargaro e di 0″262 su Maverick Vinales.
Il “ditone” di Valentino

Il “Dottore” – nervosetto quando sente aria di casa e per di più su un circuito dedicato al suo amico Simoncelli – è stato protagonista di un gesto poco elegante nel confronti del fratello di Espargaro, Aleix, pilota della Suzuki, esibendo un dito medio a favore di telecamere e all’indirizzo dello spagnolo, dal quale sarebbe stato ostacolato durante la seconda sessione di prove libere.

“Non capisco Aleix, non lo capisco proprio, non so cos’avesse in mente – le parole di Valentino -: mi ha visto arrivare, mi ha guardato, quindi è rimasto in mezzo.
Non so se l’abbia fatto apposta, non l’ho capito proprio; con lui c’era anche Vinales, ma non ostacolava. Io gli detto delle cose e lui mi ha mandato a quel paese. Capita”.

Ma la versione (e anche la direzione di gara) hanno dato un’interpretazione diversa all’episodio. Aquanto apre Aleix non ha fatto nulla di particolare e non è stato nemmeno ammonito.

Oggi si vedrà come andrà per le Pole.

a-andrea

Cade e si fa male Iannone

Comunque sull’esito delle prove, Rossi si è detto “soddisfatto”. “Ero veloce con le gomme dure – ha ammesso – anche se, nella sessione pomeridiana, mi sono trovato in difficoltà. Poi, con le gomme morbide, è andata meglio”.

È andata peggio, invece, al leader della classifica mondiale, Marc Marquez, ma soprattutto ad Andrea Iannone, entrambi a terra. Il pilota della Ducati è finito nelle vie di fuga, pochi minuti dopo il via della sessione di prove. Il pilota abruzzese è stato portato in ospedale, a Cesena, per essere sottoposto a una risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione vertebrale: solo oggi si saprà se può essere al via o meno, oppure se deve dare forfait a Misano e ad Aragon, nell’appuntamento mondiale di fine mese.

Il pilota della Ducati non corre a Misano

Il responsabile medico della Dorna ha dato il via libera a Iannone già per questo Gp; la decisione spetterà quindi a lui e alla scuderia entro stamattina.

Ma alla fine si è deciso ufficialmente che Iannone resterà a guardare. La decisione è stata presa questa mattina dopo la visita medica cui il pilota della Ducati si è sottoposto al centro medico di Misano. Per ragioni precauzionali è stato deciso di fermare il pilota che ieri si era infortunato in una caduta.

Quello che secondo i gossip è il nuovo amore di Belen non sarà, quindi, in pista. Le foto che vedete sopra sono state pubblicate da Chi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto