Buon compleanno, Snoopy, te lo dice anche Charlie Brown (video)

Buon compleanno a Snoopy, il bracco filosofo che è tra i protagonisti della striscia a fumetti Peanuts con Lucy, Charlie Brown e tanti altri simpatici personaggi, e che è divenuto una star anche di cartoni animali e film d’animazione. A fissare la data di nascita è stato il suo creatore, Charles M. Shulz, che nel 1968 l’ha fatta cadere il 10 agosto 1950: il cane, infatti, pur comparendo per la prima volta il 4 ottobre di quell’anno, è stato festeggiato per la prima il 10 agosto 1968 rendendo ufficiale la sua data di nascita, 18 anni prima (nella striscia sotto).

Peanuts - pe_c150808.tif

Fino al 1956 era su 4 zampe, poi si è antropomorfizzato

Sempre sul tetto della sua cuccia a scrivere (ogni volta inizia con “Era una notte buia e tempestosa…”), battere a macchina, fissare il cielo e distillare perle di saggezza al suo amico umano, Charlie Brown (nel video sotto il momento in cui i due si conoscono), Snoopy fino al 1956 era un normale cane che cammina a 4 zampe. Ma da quell’anno ha assunto un aspetto più antropomorfo, alzandosi sulle zampe posteriori e mettendosi a ballare e a giocare a basket.

Odia i gatti e il suo segretario è l’uccellino Woodstock

Intollerante verso i gatti (quello dei vicini di casa lo chiama “Secondo conflitto mondiale”), ha per segretario un uccellino giallo, Woodstock, e si diverte a rubare a Linus la sua coperta-portafortuna. Rivendicando le sue tendenze non proprio salutiste. Nel 1975, infatti, ha detto dentro il suo balloon: “Ho visto le inchieste… Ho letto tutti gli articoli… Non m’importa cosa dicono tutti… Uno dei grandi piaceri della vita è rimpinzarsi di vaccate”.

aaasnoopy3

A Roma un dipinto grande quanto una parete

Infine l’artista romano che si fa chiamare “Solo” (al secolo Flavio Carbonaro) ha realizzato un graffito grande come un’intera parete negli ex uffici della dogana, che si trovano nel quartiere capitolino di San Lorenzo a Roma (nell’immagine sopra). Con lui, il suo alter ego di piume gialle Woodstock, di fronte alla più classica delle torte di compleanno.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto