Vino adulterato: 11 arresti e 6 aziende sequestrate tra Lecce e Brindisi

Undici arresti e 6 aziende agricole poste sotto sequestro preventivo per vino adulterato. È il bilancio dell’operazione “Ghost Wine” scattata oggi, giovedì 11 luglio, con oltre 200 militari del gruppo carabinieri per la Tutela della salute di Napoli, di unità dell’Arma territoriale e circa 90 appartenenti all’Unità centrale investigativa dell’Icqrf (Ispettorato centrale repressione frodi).

Sequestrati 30 milioni di litri

L’operazione, condotta dal Nas di Lecce e dall’Icqrf, è coordinata dalla procura. In molti casi, gli agricoltori arrestati sono imprenditori vitivinicoli delle province di Lecce e Brindisi, accusati di aver adulterato il vino per ottenere determinati standard e aumentare la produzione. Nell’operazione sono stati sequestrati 30 milioni di litri di vino.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto