Marijuana: “Potrebbe proteggere il cervello degli anziani”

Un potente antietà per il cervello. Secondo uno studio dell’università di Bonn e della Hebrew University di Gerusalemme pubblicato su Nature Medicine, è uno degli effetti positivi della cannabis, che soprattutto negli anziani ha effetti positivi su memoria, facoltà cognitive e apprendimento. Di certo lo è dopo la sperimentazione sui topi che ha dato risultati così solidi che ora si passa a quella sugli esseri umani.

“Riporta indietro l’orologio molecolare del cervello””

“Il trattamento”, dice il coordinatore dello studio Andreas Zimmer, “ha invertito completamente il normale declino cognitivo negli animali più avanti con l’età”. Lo dimostra l’analisi molecolare del tessuto cerebrale, che negli animali con 18 mesi di vita a cui è stato somministrato Thc, principio attivo della cannabis presente anche nella marijuana, è simile agli esemplari più giovani. “Il Thc”, aggiunge Zimmer, “sembra quasi portare indietro l’orologio molecolare del cervello”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto