Felicia Impastato: boom di ascolti per il film sulla madre coraggio siciliana (video)

Successo di ascolti su Rai1 per il film tv Felicia Impastato di Giancarlo Albano, con l’attrice Lunetta Savino nel ruolo della coraggiosa madre di Peppino Impastato, il giornalista ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978. La fiction (nel video sotto l’incontro con il cast al completo), infatti, ha conquistato 6 milioni 871 mila spettatori e il 26,98% di share vincendo la sfida degli ascolti della prima serata.

Il depistaggio contro cui lottò la madre di Impastato

Capelli bianchi, abito a lutto, gli occhiali spessi, lo sguardo che non si abbassa mai. Felicia Impastato, la madre-coraggio di Cinisi, morta 10 anni fa, lottò contro la falsa verità sulla morte del figlio (nella foto sotto) che si voleva dilaniato da una bomba che stava piazzando. Era un depistaggio. La realtà era molto diversa perché Peppino era vittima di Cosa nostra. Felicia non ebbe remore nel denunciare le responsabilità di don Tano Badalamenti.

aaapeppino

Un omicidio oscurato da quello di Aldo Moro

Oggi questa storia rivive con il volto di Lunetta Savino, nel film in coproduzione da Rai Fiction e la “11 Marzo” di Matteo Levi. La scelta del 10 maggio per la messa in onda del film non è casuale: Impastato fu ucciso infatti il 9 maggio 1978, esattamente lo stesso giorno in cui venne ritrovato il cadavere di Aldo Moro. Circostanza che fece passare l’omicidio quasi inosservato a livello mediatico, visto che tutti gli occhi dell’Italia e del mondo erano rivolti a via Caetani a Roma.

aaaafelicia02

Una donna siciliana controcorrente

Felicia (nell’immagine sopra una sua foto) è una figura femminile controcorrente, contro tutti gli stereotipi delle donne siciliane, una storia di ribellione, alla mafia, al matrimonio combinato, alle regole del lutto, che ha combattuto contro tutto e tutti per ottenere una sola cosa: non vendetta ma verità per la barbara uccisione di suo figlio Peppino.

La sceneggiatrice è quella del film “I cento passi”

“Era intelligentissima”, sottolinea l’attrice Lunetta Savino (nel video sopra), “nonostante avesse solo la quinta elementare, e anche molto ironica, va detto, come suo figlio, non sappiamo se è lei che ha ereditato da Peppino la determinazione o viceversa”. E così dopo Lucia Sardo, interprete de “I cento passi” di Marco Tullio Giordana (la sceneggiatura del tv movie Rai è sempre di Monica Zapelli, la stessa del film del 2000), ecco una straordinaria Lunetta Savino.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto