Arrestato a Londra Assange, quello di WikiLeaks

Colpo inatteso a Londra. Julian Assange, fondatore di WikiLeaks,è stato arrestato all’ambasciata dell’Ecuador, dopo che Quito ha revocato la concessione dell’asilo al giornalista australiano. Assange è in custodia alla stazione centrale di Scotland Yard e sarà portato al più presto davanti ai magistrati, riferisce la polizia londinese.

 

Deve affrontare la giustizia inglese

“Posso confermare che Julian Assange, 7 anni dopo essere entrato nell’ambasciata ecuadoriana, è ora sotto custodia della polizia per affrontare debitamente la giustizia del Regno Unito”: così il ministro dell’Interno britannico, Sajid Javid. “Voglio ringraziare l’ambasciata dell’Ecuador per la sua cooperazione e la polizia per la sua professionalità: nessuno è al di sopra della legge”, ha concluso Javid.

 

L’ambasciatore ha fatto entrare la polizia

Julian Assange non è uscito dall’ambasciata dell’Ecuador, è stato l’ambasciatore a far entrare la polizia britannica all’interno della sede diplomatica, dove il fondatore di WikiLeaks è stato arrestato: lo denuncia in un tweet la stessa organizzazione.

“L’Ecuador ha revocato illegalmente l’asilo politico concesso in precedenza a Julian Assange – accusa WikiLeaks – in violazione del diritto internazionale”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto