Spesa alimentare più sana: in un anno +2,3% per le fibre e +1,7% per le proteine

Il consumo alimentare degli italiani vira verso alimenti più salutari: nel carrello della spesa meno zuccheri e grassi saturi, mentre salgono le fibre e le proteine. A svelare la crescente propensione a regimi alimentari più equilibrati è la seconda edizione dell’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy che ha monitorato la variazione della composizione nutrizionale di 40.000 prodotti venduti nei reparti drogheria alimentare, fresco, freddo e bevande.

Made in Italy più virtuoso

Secondo i risultati dello studio, i prodotti alimentari venduti in Italia sono più virtuosi e corretti dal punto di vista nutrizionale, con una riduzione di zuccheri e di grassi saturi e un incremento di fibre e di proteine. Sostanzialmente invariato l’apporto calorico, fermo a 184,8 calorie/100 grammi/100 millilitri.

Calano i grassi saturi

L’Osservatorio Immagino ha evidenziato, in particolare, una crescita delle fibre negli acquisti degli italiani (+2,3% nell’anno terminato a giugno 2017). Calano i grassi saturi (-0,8% in una componente lipidica media sostanzialmente invariata) e gli zuccheri (-0,1%). Cresce anche l’apporto medio di proteine (+1,7%) elemento su cui pone attenzione un ampio target di consumatori: dagli sportivi ai vegetariani-vegani, alle prese con la sostituzione di proteine di natura animale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto