Depressione e stress: bere acqua in abbondanza aiuta a combatterli

Bere acqua in abbondanza contribuirebbe a migliorare l’umore. È la scoperta di un gruppo di ricercatori americani e francesi che, studiando i cibi e le bevande assunte da 120 donne in buona salute, hanno osservato che “chi beveva maggiori quantità di acqua totalizzava un punteggio più alto relativamente ad alcuni aspetti dell’umore come tensione, confusione, depressione”. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Appetite.

a-sorrentino_unipv

Studi precedenti sugli animali

Secondo gli autori della ricerca, una delle ipotesi che spiega la possibile relazione arriva da studi sugli animali. “Si è visto”, ha commentato Nicola Sorrentino, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino e docente di igiene nutrizionale all’università di Pavia, “che la riduzione cronica del consumo di acqua può minacciare la funzione e l’integrità dei neuroni cerebrali, provocando anche alterazioni dell’umore”.

“La tensione aumento il consumo di fluidi”

Inoltre “lo stress aumenta la necessità di fluidi circolanti”, ha aggiunto Sorrentino, “per mantenersi ben idratati e aiutare così il nostro benessere fisico e psicologico è utile bere acqua prima di avvertire la sete, e controllare che le urine siano chiare e trasparenti. Infatti, il primo modo in cui l’organismo risponde al deficit di acqua è riducendone l’escrezione attraverso le urine e solo successivamente con il senso di sete”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto