Europei: Tamberi d’oro nel salto in alto, 4×400 bronzo con Libania Grenot

Gianmarco Tamberi è il nuovo campione d’Europa di salto in alto. L’italiano, che è anche il capitano della squadra maschile di atletica, è passato al primo salto 2,29 e 2,32,rimanendo solo in gara su questa misura. Poi Gianmarco Tamberi ha deciso di provare i 2,40 metri. E lo ha fatto per tre volte, ma senza riuscirci, in un caso di poco. Ma la vittoria – anche in vista delle prosisme Olimpiadi – è importante.

Al secndo posto si classifica il britannico Robbier Grabarz con 2,29. Al terzo, ex-aequo, con la stessa misura, ma con un minor numero di salti, l’altro britannico Chris Baker ed il tedesco Eike Onnen.

a-altouno

La 4×400 è di bronzo

Una medaglia, in questa giornata felice per i colori azzurri, è arrivata anche dalla 4×400, con il controbuto dlela capitana e neo-campionessa d’Europa Libania Grenot. Libania (nella foto in basso), quando ha preso il testimone, era quinta nell’ultima fazione della staffetta, ma è riuscita imononare negli ultimi metri due posizioni, fino a portare se stessa e le compagne sul podio.

a-liba

Libania (nella foto qui sopa mentre parla ai microfoni della Rai), preso il testimone al quinto posto, ha sprintato con 3’27″49, ha precedutp di 11 centesimi la Polonia, alle spalle della Francia, argento i 3’25″96 e della Gran Bretagna, medaglia d’oro con 3’25″05.

a-grenot

Veronica Inglese medaglia d’argento nella mezza maratona

Veronica Inglese ha conquistato oggi la medaglia d’argento nella mezza maratona dei cmapionati europei. Al primo posto la portoghese Sara Moreira, che Veronica ha controllato fino a pochi chilometri dal traguardo, cedendo poi di poco all’arrivo. All’inizio degli europei Veronica – data in gran forma e lo era come si è visto – aveva deluso le attese nella finale dei 10.000 metri era attesa con molte speranze Veronica Inglese (nella foto in basso) ma l’azzurra, pur stabilendo il suo record personale, non era andata oltre il sesto posto, perché si è fatta staccare dal “trenino di testa” a metà gara.

a-ingleseveronica

Nella mezza maratona maschile medaglia di bronzo èper Daniele Meucci. La gara l’ha vinta lo svizzero Abraham. Daniele era in testa fino alla fase finale, poi ha legegrmente ceduto. E con questa le medaglie degli azzurri a Amsterdam salgono a tre. Ora, per quanto riguarda l’Italia, mancano ancora gare importanti prrima che si chiudano questi europei, a partire dal salto in alto di Tamperi e dalle staffette, una delle quali con la neo-campionessa europei dei 400, Libania Grenot..

a-inglese

Libania Grenot (cubana di nascita, ma da anni italiana di cittadinanza) è la prima medaglia d’oro dell’Italia in questi campionati europei di Amsterdam. Anzi, finora è l’unica medaglia italiana di qualunque medaglia. La Grenot, però, riconferma il titolo che aveva già vinto a Zurigo nel 2014, abbassando il tempo di olte un secondo, e non depone le armi: “Ho sconfitto l’Europa – dice ai microfoni di RaiSport1 – ora devo battere l’America”, ma il primo appuntamento è con la staffetta e Libania si sente prontissima. Libania (nella foto in basso) è un torrente in piena, non si ferma più di ridere, di parlare, di lanciare proclami.

 

Anche il tempo della quattrocentista lascia ben sperare per il futuro: di poco superiore ai 50 secondi (50,72). Argento per la francese Floria Guei, bronzo alla britannica Anyika Onuora, ma nessuno di loro ha mai creato problemi all’azzurra durante la gara.

Non bene, invece, la finale dei quattrocento metri maschili, in cui si riponevano diverse speranze in Matteo Galvan, protagonista di un’ottima semifinale. Invece non ha concluso la gara tra i primi.

Questa la vittoria della Grenot a Zurigo 2014

Una delusione italiana nei 10.000

Al via oggi, mercoledì 6 luglio, gli Europei di atletica leggera 2016 di Amsterdam, appuntamento importante a un mese dall’avvio delle Olimpiadi di Rio. Le competizioni, trasmesse da Eurosport e Raisport, hanno preso avvio in mattinata con le gare femminili del martello, salto in alto, 100 metri a ostacoli, 200 e 400 metri piani e lancio del disco. Per gli gli uomini sono previsti decathlon e le batterie dei 100 metri, del salto in lungo e dei 400 metri.

 

I promossi e i bocciati

Trost e Rossit sono state promosse nell’alto, Jacobs nel lungo, Strumillo ok nel disco. Pennella centra la semifinale dei 100 a ostacoli col buon tempo di 13.04, Tortu (10.25) e Ferraro (10.26) quella dei 100.

I diecimila li ha vinti – dopo essere stata da sola in testa per tutta la gara – una kenyana diventata cittadina turca. È sua la prima medaglia d’oro degli europei, mentre sullo stadio di Amsterdam sventola la bandiera turca.

aaaeuropei02

Le gare del pomeriggio

Si prosegue nel pomeriggio di nuovo decathlon, le qualificazioni del lancio del giavellotto, i 400 metri a ostacoli, il salto con l’asta, 3.000 siepi maschili. Per quanto riguarda le donne, ci sono le semifinali dei 200 metri, le batterie degli 800 metri, le qualificazioni del salto in lungo e del lancio del peso. Infine la finale dei 10.000 metri.

aaaeuropei03

Gli atleti italiani che aprono gli europei

I primi atleti italiani a gareggiare sono Erika Furlani, Desiree Rossit e Alessia Trost (nella foto di apertura) nelle qualificazioni del salto in alto, Micol Cattaneo e Giulia Pennella (nella foto sopra) nei 100 metri ostacoli, Natalina Capoferri, Valentina Aniballi e Stefania Strumillonel nel lancio del disco, Irene Siragusa e Martina Amidei nei 200 metri, Massimiliano Ferraro, Giovanni Galbieri e Filippo Tortu nei 100 metri, Maria Benedicta Chigbolu e Marta Milani nei 400 metri, Lamont Marcell Jacobs nel salto in lungo e Giuseppe Leonardi nei 400 metri.

aaaeuropei04

Chi scende in campo nel pomeriggio

E ancora nel pomeriggio è la volta di Norbert Bonvecchio (nell’immagine sopra) nel giavellotto, Mattia Contini e Mario Lambrughi nei 400 metri ostacoli, Abdoullah Bamoussa, Jamel Chatbi e Yuri Floriani nei 3000 metri siepi, Irene Baldessari e Yusneysi Santiusti negli 800 metri, Roberto Bertolini nel giavellotto, Julaika Nicoletti e Chiara Rosa nel lancio del peso. Quindi gareggerà Gloria Hooper (sotto) nelle semifinali dei 200 metri. Inoltre c’è Veronica Inglese nella finale dei 10.000 metri, prevista per le 18,55 di oggi.

aaaeuropei05

Dove seguire le competizioni

Per seguire le gare, il mattino la diretta tv è su RaiSport 1, il pomeriggio si passa su RaiSport 2 dalle 17. È previsto anche lo streaming sul sito di RaiSport.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto