Chi coprì i preti pedofili sarà punito, Tribunale ad hoc in Vaticano

Papa Bergoglio ha fatto un nuovo passo avanti verso la pacificazione della Chiesa con le vittime di pedofilia.
Il Pontefice ha accettato la proposta della Commissione per la tutela dei minori e ha stabilito che sia reato canonico l’ “abuso d’ufficio episcopale” in riferimento al comportamento dei vescovi che non hanno denunciato gli abusi di ecclesiastici su minori e persone deboli.

 

Una sezione apposita della Congregazione
Il Pontefice ha istituito un’apposita sezione della Congregazione per la Dottrina della Fede competente in merito. Sarà guidata da un arcivescovo segretario ed in essa confluirà l’attuale sezione disciplinare della Congregazione, competente sugli abusi sessuali compiuti da ecclesiastici.

 

“Risposte adeguate”
La riforma è frutto del lavoro del consiglio dei nove Cardinali che coadiuvano il Papa nella riforma della curia e nel governo della chiesa mondiale, il cosiddetto c9, riunito da lunedì a oggi in Vaticano. La proposta di istituire un tribunale ad hoc per i reati di pedofilia è stata presentata nella relazione del cardinale Sean Patrick O’Mally, presidente della Pontificia Commissione per la tutela dei minori. Come riferito dal portavoce della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi, il Papa “ha approvato le proposte e ha concesso l’autorizzazione affinché siano fornite risposte adeguate per conseguire questi fini”.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto