Tommaso, scialpinista di 23 anni di Belluno, ucciso da una valanga a Cortina

Tragedia della montagna ieri a Corrtina. Una valanga ha travolto due fratelli bellunesi di 27 e 23 anni che si trovavano con gli sci sulla Tofana di Rozes, a Cortina. A morire, seppellito e trascinato per decine di metri dalla massa di neve, è stato Tommaso Redolfi, il ragazzo di 23 anni. La salma è stata recuperata dal Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Il fratello Francesco, di 27 anni, si è salvato.

“Nella zona vicina a quella dove è avvenuta la valanga stava facendo attività sciistica almeno un centinaio di persone”: lo afferma un testimone della valanga. Il giovane morto stava salendo con gli sci nella zona del Pilastro. In molti stamane si sono recati sino al Rifugio Angelo Di Bona e da lì stavano sciando lungo il vallone della Tofana.

E c’è stato anche un allarme per una valanga staccatasi da Punta Penia, sul ghiacciaio della Marmolada. In zona sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino e l’elicottero di Trentino Emergenza per le ricerche di eventuali dispersi. Al momento non risultano persone coinvolte. L’allarme è stato lanciato da alcuni scialpinisti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto