Acqua, cambiano le bollette: si punta su consumi reali e autolettura via sms o in chat

Bollette dell’acqua: si cambia con fatture che devono corrispondere ai consumi effettivi, tentativi di letture che vanno fatti almeno 2 volte l’anno e autolettura con comunicazione 24 ore su 24 dei consumi via telefono, sms e chat. Ma non è tutto perché subentra l’obbligo per i gestori di garantire l’installazione e il funzionamento del contatore e di conservare i dati sui consumi per 5 anni nel caso di contestazioni.

aaacontatori

Le regole operative da gennaio 2017

Lo stabilisce una delibera dell’Autorità per l’energia che impone dal prossimo luglio la preparazione delle nuove procedure, che diventeranno operative a partire da gennaio 2017. Da settembre 2016, invece, le aziende dovranno creare un registro elettronico in cui, per ogni utenza, dovranno essere annotati i consumi e i tentativi di letture. Questi dati, poi, all’Autorità che riceverà informazioni anche sui contatori.

Gli obblighi in caso di contenzioso

Per quanto riguarda i nuovi contratti, inoltre, un tentativo di raccolta della misura andrà fatto entro il primo semestre e in caso di contenzioso (procedura che vale anche per le utenze già attive) le aziende dovranno mettere a disposizione le misure utilizzate per ricavare gli importi riportato in bolletta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto