Mele Dop: “False Melinda in vendita sulla costiera amalfitana”

False mele Melinda vendute sulla costiera amalfitana. Lo denuncia il consigliere provinciale di Trento Claudio Civettini (nella foto sotto) presentando un’interrogazione in cui chiede che vengano disposte “nuove forme di monitoraggio contro la contraffazione alimentare” di un frutto che dal 2003 è Dop (Denominazione di origine protetta).

aaaacivettini

“Danno a un’eccellenza del Trentino Alto Adige

Secondo quanto scrive ancora il politico trentino, le mele vengono vendute a 6 euro al chilo, quasi il doppio del loro prezzo. Oltre al costo esagerato, secondo Civettini, si arreca un “danno a uno dei simboli per eccellenza del Trentino-Alto Adige”.

aaaabarbi

Il consorzio: “Verificheremo”

Il direttore commerciale del consorzio Melinda, Federico Barbi (nella foto sopra), contattato dal Trentino, ha commentato: “Faremo delle verifiche, è chiaro, anche perché la zona di Amalfi e della Campania in generale è per Melinda un mercato molto importante, che assorbe grandi quantità di prodotto. D’altro canto non sarà facile accertare eventuali contraffazioni in un’area in cui la presenza di fruttivendoli, ambulanti e non, è estremamente diffusa”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto