Tim Prime: il servizio da 2 euro che si attiva via sms arriva davanti all’Agcom

Dopo Vodafone e Tre, anche Tim irrompe sui servizi a pagamento attivati via sms con Prime. Attenzioni dunque per i clienti Tim con sim prepagata che ricevono un sms (sotto il testo completo) in cui leggono: “Cambiano le condizioni economiche del tuo piano base: a partire dal 10 aprile, con 49 centesimi in più a settimana avrai chiamate e sms illimitati verso un numero Tim. Inoltre potrai richiedere gratis i vantaggi esclusivi: ogni settimana biglietti cinema 2×1, assistenza diretta di un operatore e possibilità di vincere smartphone con Ricarica+. Puoi recedere senza penali o passare ad altro operatore entro il 9 aprile”.

aaaasmstim

Aduc: “Servizio ‘appioppato’ agli utenti”

Il servizio, se non disattivato, porta a pagare quasi 1,9 euro in più al mese. “Il servizio in sé forse potrebbe anche interessare”, dice Emmanuela Bertucci, legale dell’Aduc, al FattoQuotidiano.it. “Ma l’utente deve richiederlo, non vederselo ‘appioppato’ sul proprio credito telefonico”. Su questo fronte, l’Aduc ha segnalato Tim all’Autorità garante della concorrenza e del mercato così come aveva fatto a settembre con Vodafone, ai tempi del “lancio” del servizio Exclusive (sotto l’sms ricevuto dai clienti Vodafone), un altro balzello ad 1,9 euro attivato “illegittimamente e senza alcun consenso da parte dei clienti”.

aaaavodafoneexcl

“La sanzione sarà irrisoria rispetto agli utili”

“Vodafone ci sta guadagnando più di 34 milioni di euro al mese”, dice Bertucci, “almeno finché non si sarà pronunciata l’Agcom”. E quando invece ci sarà la decisione dell’Autorità, le aziende telefoniche temono qualcosa? “Certamente no, la sanzione sarà irrisoria rispetto agli utili derivanti da questa operazione”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto