Napoli: Bassolino corre da solo, sabato l’annuncio al teatro Augusteo

Manca giusto l’ufficialità, ma chi si domanda se Antonio Bassolino voglia correre con una propria lista civica per la poltrona di sindaco di Napoli, dopo la sconfitta alle primarie e il no al ricorso, può già rispondersi in termini positivi. Il politico, infatti, da Facebook chiede ai suoi sostenitori di trovarsi “sabato ore 10.30 al teatro Augusteo”. E poi fa seguire l’invito da un hashtag, #NapoliRiparte.

aaabassolinofb

Valente: “Antonio? Un patrimonio imprescindibile”

Valeria Valente, l’ex pupilla di Bassolino (insieme nella foto d’apertura) che l’ha battuto alle consultazioni del popolo del Pd, gli risponde con un altro hashtag, #NapoliVale. E rivolge un proprio invito al maestro di politica: “Antonio Bassolino è stato in grado di coinvolgere, attraverso un lavoro prezioso, tante importanti forze ed energie della città, in queste ‪‎primarie‬: un patrimonio imprescindibile per affrontare nella maniera migliore la competizione elettorale che abbiamo davanti”.

aaaavalentefb

L’appello all’unità contro De Magistris

L’obiettivo di Valente ha un nome è un cognome, quello del sindaco uscente. “Sono convinta della sua determinazione a non riconsegnare la città all’esperienza fallimentare di De Magistris”, scrive infatti su Facebook. “Sono certa che Antonio lavorerà insieme‬ a noi per costruire un partito più unito e forte, condizione fondamentale per riconquistare la guida della città di Napoli e aprire una nuova stagione di governo. Io lavorerò in ogni caso per questo”.

“Brogli? Andranno accertati e puniti”

In merito invece alle polemiche su brogli, monetine e regalie varie a chi è andato a votare alle primarie, aggiunge Valeria Valente: “Il rigetto del ricorso non cancella eventuali responsabilità che, se accertate, richiederanno severe e rigorose sanzioni da parte degli organismi competenti, sia del Partito democratico, sia di tutte le altre formazioni politiche della coalizione”.

aaaacarloni

La moglie di Bassolino: “Valeria giurava di non candidarsi”

Insomma, Valeria Valente cerca la ricucitura con Bassolino, consapevole che una sua eventuale lista civica eroderebbe consensi – e forse non pochi – di democratici. Ma nella mischia si lancia anche la più volte parlamentare Annamaria Carloni (nella foto sopra), la moglie dell’ex sindaco di Napoli ed ex governatore della governatore della Campania. “Abbiamo sempre avuto una relazione forte”, dice riferendosi a Valente. “Più volte in questi mesi le ho chiesto se aveva pensato di candidarsi a sindaco e lei mi ha sempre risposto di no, giurando che voleva proseguire il suo lavoro parlamentare”.

“Ha peccato di slealtà”

“Ha maturato la sua scelta senza dirci una parola”, aggiunge Carloni, “e questo è l’aspetto più doloroso per chi dà molta importanza alle relazioni umane e al legame tra donne.Aveva il diritto di candidarsi, ma una relazione presuppone dialogo, franchezza, lealtà”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto