Roma-Inter: all’ora di pranzo una sfida per lo scudetto, fiduciosi i due allenatori

Antonio Conte glissa sulle voci che riguardano Suning, è consapevole che il mercato di gennaio non riserverà sorprese vista la difficile congiuntura economica, chiede risultati alla vigilia di un ciclo di partite difficili: Roma e Juventus in campionato, la Fiorentina in Coppa Italia. Sfide che dovranno dire quali siano le reali ambizioni dell’Inter, reduce da una sconfitta contro la Sampdoria.
L’allenatore resta fedele alla linea che si è dato, nessuna polemica e una buona dose di diplomazia, esprime voglia di vincere e di ottenere risultati, di affermarsi in un campionato dove – spiega in conferenza stampa – la Roma potrà dire la sua. “E’ una squadra forte – esordisce – sicuramente è tra quelle che possono ambire allo scudetto o a un posto in Champions”.

La partita scudetto si gioca alle 12,30, in diretta su Dazn ma visibile anche per gli abbonati Sky sul canale 209.

Fonseca: “Pensiamo all’Inter”

Ci sono partite che all’interno di una stagione possono rappresentare delle sliding doors, Roma-Inter è una di quelle. Non per Paulo Fonseca, almeno a parole. “Non possiamo pensare oltre la sfida con i nerazzurri” risponde il portoghese a chi gli chiede se la gara dell’Olimpico abbia o meno il sapore di una sfida scudetto. L’ex Shakhtar non vuole sbilanciarsi e prova ad allentare la tensione: “Abbiamo preparato la partita come sempre, vedo la squadra motivata e in fiducia”. Parole che trovano riscontro nei risultati perché la Roma in campionato delle ultime nove partite ne ha perse appena due.

Probabili formazioni

Roma (3-4-2-1): 13 Pau Lopez; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 17 Veretout, 14 Villar, 37 Spinazzola; 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan; 9 Dzeko.

Inter (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni, 2 Hakimi, 5 Gagliardini, 77 Brozovic, 23 Barella, 36 Darmian, 9 Lukaku, 10 Lautaro.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto