Neve: allerta gialla in 5 regioni del Centro-Sud

Torna il gelo sull’Italia a causa di una perturbazione artica e con essa ricompare la neve, soprattutto sulle regioni meridionali, fino a quota bassa. Coinvolta in particolare la fascia adriatica e – fanno sapere gli esperti del sito MeteoGiornale.it – oggi fenomeni sono previsti anche in Romagna per estendersi poi a Marche ed Abruzzo.

Scuole chiuse a Potenza

Il dipartimento della Protezione civile lancia l’allerta gialla su Abruzzo, Calabria, Molise e su buona parte della Puglia e settori tirrenici della Sicilia. Inoltre il sindaco di Potenza, Dario De Luca, per la giornata di oggi, giovedì 10 gennaio, ha disposto “la chiusura delle scuole del capoluogo, compresi gli asili nido.

Studenti a casa anche in Sardegna

La Sardegna dell’interno si è svegliata imbiancata: nei paesi di montagna del Nuorese continua nevicare e le temperature sono scese a picco fino a -5. Niente campanella per gli studenti di Desulo, Fonni, Ollolai, Tonara e Gadoni. Niente lezioni anche nell’alta Gallura, scuole chiuse a Bortigiadas, Tempio Pausania e Buddusò.

Le precipitazioni

“Nevicate fino in collina interesseranno anche i rilievi pugliesi, lucani e campani”, aggiungono i meteorologi riferendosi alla giornata di oggi, giovedì 10 gennaio, “mentre tra Calabria e Sicilia nevicherà solo oltre i 700-800 metri. Sul resto d’Italia avremo tempo diffusamente soleggiato, salvo qualche nevicata residua sul Nord-Est Sardegna oltre i 500 metri e fiocchi di neve sulle Alpi di confine”.

Venerdì e sabato

Per domani, venerdì 11 gennaio, e sabato 12, “nevicate ai limiti della pianura si avranno ancora tra Marche, Abruzzo e Molise, a quote collinari in Puglia, Calabria e nord della Sicilia. I cieli saranno sereni altrove e, già nel corso di venerdì, i fenomeni diverranno più sporadici lungo il medio versante adriatico. Residui fenomeni più deboli sabato, ancora nevosi a bassa quota su Abruzzo e parte del Sud”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto