Volley: l’Italia è terza e si apre la via alle Olimpiadi, la Russia vince il torneo

La Russia vince il torneo di Ankara battendo 3-1 l’Olanda di Giovanni Guidetti, come era già accaduto agli europei, ma l’Italia festeggia alla grande il 3° posto.

Infatti le azzurre della pallavolo chiamate all’impresa contro la Turchia non hanno fallito: nel torneo di qualificazione di Ankara battono al tie-break le padrone di casa e conquistano così la possibilità di giocarsi in Giappone il prossimo maggio l’ultima occasione per qualificarsi ai Giochi olimpici.

aaaadioufuno

Gli ultimi tre posti in palio

Il torneo intercontinentale in programma nel paese asiatico mette in palio gli ultimi tre pass per Rio 2016. La nazionale di Marco Bonitta non si è fatta intimorire dal pubblico, che ha fatto il tifo per le proprie beniamine e ha tirato fuori il meglio di sé nelle fasi decisive del match fino al 3-2 finale. Era già accaduto col Belgio e con la Polonia: due vittorie al tie break nel segno della saldezza di nervi.

A maggio la squadra di Bonitta sarà a Tokio per giocarsi la qualificazione olimpica. Ma non era facile essere tra le prime e conquistare il diritto a partecipare a quest’ultima selezione per Rio.

L’Italia chiude, comunque, il torneo al terzo posto e si tratta di un ottimo risultato, dopo che agli ultimi europei erano finite fuori dal podio.

aaaaazzurre

Le azzurre nel quarto set avevano mollato

 

Dopo il finale bruciante del terzo set, le azzurre mollano di brutto nel quarto. Le turche si portano avanti di ben 10 punti: 24-14 e il set si chiude con dieci punti di vantaggio: 25-15. Ora la via per le Olimpiadi si gioca tutta al tie break. La sfida è ancora durissima, La squadra di Bonitta ha sbagliato troppo nel quarto set. Ora le squadre sono sul 2 a 2.

Per il’Italia in questo momento è il terzo tie break di questo torneo. Gli altri due, contro il Belgio e contro la Polonia, li ha vinti.

 

Sembrava fatta nel terzo set

Tre ultimi punti e tutti messi a terra da Paola Egonu. L’Italia chiude il terzo set con un 25-22 che si materializza soltanto negli ultimi emozionantissimi colpi. E tutti nascono dalle mani sapienti di una diciassettenne di grande classe veneto-nigeriana come la Egonu (nella foto qui sotto). L’Italia orwa è a un passo dal terzo posto che offre una chance olimpica. Ma deve tenere i piedi per terra perché la Turchia è una nazionale pericolosa.

aaaaegono

Le azzurre perdono smalto nel secondo set

Le azzurre non riescono a replicare nel secondo set contro la Turchia l’ottimo rendimento del primo. Perdono smalto e le turche rimontano. Bonitta manda in campo Nadia Centoni e Francesca Ferretti, la Guiggi fa buone cose, l’allenatore fa riposasare Diouf e Orro, ma finisce con un 25-19 per la Turchia: 1 a 1 e si ricomincia.

aaavalentina

Il primo set per un’ottima Italia

L’Italia è avanti, ad Ankara, nella finale contro la Turchia per i, terzo e il quarto posto. Le azzurre non hanno problemi fino al 15° punto, poi le turche le affiancano ed è un serrato testa a testa fino al traguardo del printo set. Srpinta l’Italia pe r l’1-0. È tornata incampo Cristina Chirichella, brava come la Diouf, la Guiggi e Paola Egonu. Ma siamo ancora al primo set. Le azzurre non devono perdere la concentrazione.

Alle 18,20 la finale Russia-Olanda

La finale del torneo di Ankara è la stessa degli ultimi campionati europei femminili: Russia-Olanda. Agli europei ha vinto la Russia, che – ieri sera- ha sconfitto la Turchia per 3-1, dopo aver perso il primo set e aver saputo pazientemente recuperare.

L’Italia, quindi, oggi dovrà vedersela con la Turchia per il 3° posto. Sarà una partita non facile, anche perché c’è il pubblico di casa a sostenere le turche, ma la squadra di Bonitta ha avuto qualche ora in più per riposare. La sfida è alle 15,20, alle 18,20 la finalissima. Diretta su SkySport.

 

Le azzurre sconfitte dall’Olanda

Non ce la fanno le azzurre contro l’Olanda che le asfalta con un 3-0 che non concede recriminazioni. Il terzo set finisce 25 a 19 per le Orange.

L’Olanda di Giovanni Guidetti domani gioca, quindi, la finale per il primo posto, che dà l’accesso diretto alle Olimpiade.  La seconda finalista si potrà seguire alle 18,20 su Raisport tra la Russia e la Turchia. La perdente (forse la Turchia, ma si gioca a Ankara con un palazzetto intero a fare il tifo per la squadra di casa). Chi perde gioca domani la finale finale per il terzo e quarto posto. La terza avrà ancora una chance per andare in Brasile.

L’Italia subito sotto 2 set a zero

Italia sotto 2-0 contro l’Olanda del Ct Giovanni Guidetti dopo i primi due set. Il secondo – che era iniziato bene per le azzurre – si conclude sul 25 a 22 per le Orange. Meno esplosiva di ieri Paola Egonu, tiene a lungo su la baracca Valentina Diouf, entra Francesca Ferretti per la Orro, ma non basta. 2-0 e Olimpiadi a rischio. Ma la partita non è ancora persa per la squadra di Bonitta.

La seocnda finalista si potrà seguire alle 18,20 su Raisport tra la Russia e la Turchia. La perdente (forse la Turchia, ma si giocva a Ankara)

Le azzurre entrano tardi in partita

Le azzurre tardano a entrare in partita, ma quando decidono di farlo fanno vedere che i tifosi delle italiane possono esser certi anche oggi di vedere una bella partita. Il set però finisce 25-23 per l’Olanda, ma la storia di questo match è ancora tutta da scrivere.

Nel primo set grande Valentina Diouf (nella foto sotto), che ha messo a terra due ace nel finale.

 

In semifinale dopo la perigliosa vittoria sulla Polonia

L’Italia è in semifinale dopo il tie break che le ha fatto battere la Polonia per 3-2. Le azzurre vincono il secondo tie break del torneo di Ankara per 15-13, dopo essere state avanti di due set ed essersi fatte rimontare inopinatamente dalla Polonia.

Oggi alle 15,20, su RaiSport1, le ragazze di Bonitta affrontano l’Olanda, che – guidata dal ct italiano Guidetti – ha battuto l’Italia agli ultimi europei.

Una partita difficile, ma questa squadra sta dimostrando di avere risorse insospettate. Comunque tra le prime quattro c’è con Russia e Turchia, che si affrontano nell’altra semifinale. Tre su quattro delle semifinaliste hanno una chance olimpica. Quella esclusa è fuori dalle Olimpiadi di Rio.

 

La lezione agonistica delle polacche

 

Le polacche – eliminate – non hanno più nulla da perdere, ma non rinunciano all’orgoglio. Le italiane, che si sentono già qualificate, invece si deconcentrano. E nella pallavolo questo si paga. Il terzo set va alla Polonia per 22-22. Ora le azzurre devono ritorvare presto la concentrazione.

Ma le ragazze di Bonitta riescono ancher a perdere il quarto set e si va al tie break, deicisvo per la qualificazione olimpica. Invredibile il passaggio dal 2-0 per le azzurre al 2-2.

 

In campo con “gli occhi di tigre”

Sono scese in campo con “gli occhi di tigre” le giovanissime di Marco Bonitte. Molli, invece, nel primo set le polacche.

Il primo set finisce con un facile 25-18 per le italiane che hanno trovato fiducia dalla grande vittoria in extremis contro il Berlgio.

Si conferma la diciassettenne Paola Egonu, che tira delle “pallate” di una potenza micidiale (e qualehc epolacca colpita finisce a terra).

 

Secondo set più combattuto

Secondo set più combattute, le polacche devono assolutamente vincerlo per imanere in partita. Finisce, invece, 25-22. Si fanno vedere anche le altre giovani: la Diouf, la Danesi, la Orru e anche Guiggi e Del Core non si tirano indietro.

La Polonia ora è già fuori dalle qualifiche. L’Italia deve chiudere in fretta con la vittoria che finora ha meritato.

 

Le russe vincono lealmente col Belgio

Le russe non hanno preparato nessun biscotto alla squadra italiana e non si sono lasciate sconfiggere, oggi p0meriggio, dal Belgio, che hanno nettamente battuto per 3-0.

I tre set si soni conclusi col punteggio di 25-19, 25-22 e 25 a 17. Chi temeva che la squadra russa si “accordasse” con Belgio contro le italiane è stato nettamente smentito.

Ora alle ragazze di Bonitta tocca battere la Polonia per aavwere via libera verso la semifinale.

Decisiva la partita con la Polonia: 18,30 RaiSport2

Dopo la grande (e fortunata) rimonta di ieri contro il Belgio, conclusasi oltre l’ultimo punto del tie break (17-15) le azzurre oggi hanno di fronte la Polonia (diretta su RaiSport2 alle 18,30).

All’Italia di Bonitta che affronta le polacche (senza Wolosz) serve un successo per essere fra le prime due, dopo avere visto come è andata a finire Russia e Belgio. Ma il numero di combinazioni è davvero intricato. Una sola cosa è certa: le azzurre devono vincere, poi si fnano i conti dlele qualififcate per Rio.

 

L’Italia se vince va in semifinale

A questo punto all’Italia basta una qualunque vittoria sulla Polonia, anche per 3 set a 2, per giocarsi domani la semifinale. Dall’altra parte del tabellone ad essere promosse sarebbero la Turchia e l’Olanda (come prima) se batte la Croazia nella seconda partita della giornata. Il regolamento per questa edizione prevede che la prima di questo torneo va direttamente a Rio de Janeiro, mentre la seconda e la terza classificata avranno una seconda possibilità olimpica nel torneo intercontinentale in Giappone a maggio.

Nel girone dell’Italia la prima è la Russia con tre vittorie. Le azzurre, se vincono, sono seconde e si giocano la semifinale.

 

La grande rimonta contro il forte Belgio del 6 gennaio

Le azzurre battono il Belgio al tie break e mantengono aperta la porta per le Olimpiadi di Rio. Ma grande batticuore nel quinto set finito 17-15 con un ace della Egono, che con Valentina Diouf è stata tra le migliori in campo. Ottima anche la Danesi, entrata in campo nell’ultima parte.

Si può dire che l’Italia delle giovanissime si sta facendo strada.

Domani c’è la Polonia, un impegno superabile se la squadra di Bonitta avesse trovato con la vittoria di oggi anche kla fiducia.

 

La lunga strada verso le Olimpiadi

La strada verso le Olimpiadi di Rio per le azzurre passa dal tie break di Italia-Belgio. Le azzurre vincono, infatti, il quarto set e deciderà tutto il tie break. Ottima la prestazione della rivelazione Paola Egonu (nella foto in basso).

 

L’andamento alterno dei primi tre set

Italia-Belgio è una partita di grandissima sofferenza. Il primo set va alle belghe con un 25 a 16 che lascia ben pochi rimpianti. La squadra di Bonitta non entra quasi in campo.

Diversamente vanno le cse nel secondo set, con le giovani Orru e Paola Egonu (nella foto sotto) con Valentina Diouf, che finisce con un combattuto 25 a 23 per le azzurre.

Le italiane – se vogliono continuare a sperare nelle Olimpiadi – contro il Belgio devono vincere.

Ma il terzo set finisce 25-22 per le belghe, nonostante l’ottima prestazione del “martello” Egonu che mette a terra diversi palloni. Il quarto set è determinante. Le azzurre rischiano di non andrae a Rio, almeno dopo questo torneo di Ankara.

 

La sconfitta di ieri con la Russia

Le azzurre di Marco Bonitta perdono la prima partita contro la Russia nel girone di qualificazione alle Olimpiadi che si gioca in Turchia. Un 3-1 che complica il cammino verso le semifinali, che invece sono molto vicine per Kosheleva e compagne: l’Italia oggi contro il Belgio (diretta ore 13 su RaiSport) non può più sbagliare. Le uniche note positive della giornata di ieri sono stati gli esordi delle tre giovani del Club Italia: la regista Orro, la centrale Danesi e il martello Egonu, che – pur davanti ad avversarie fortissime – hanno retto la scena, confermando di aver un bel muro davanti.

 

Bonitta: “Un debutto difficile”

 

“È stato un debutto difficile – ha ammesso il ct Bonitta – perchè la Russia di oggi non è stata uguale a quella che all’esordio aveva rischiato contro la Polonia. Noi non abbiamo approcciato bene alla gara. Poi abbiamo reagito nel secondo set in cui abbiamo tenuto duro sino alla fine. Il terzo è andato come il primo nel quarto abbiamo messo molte giovani e fatto vedere qualcosa d’interessante, ma non abbastanza per tenere viva la partita. Con il Belgio sarà una partita decisiva per noi e per loro”.

 

La sconfitta di ieri contro la Russia

Russia-Italia finisce 3-1 con un 25 a 21 che dà la vittoria alle russe, che volano in testa al girone con 5 punti.

Bonitta mescola le veterane come Nadia Centoni, che richiama in campo nelle fasi finali del quarto set, alla nidiata di ragazzine uscite dal Club Italia, che se la cavano bene, ma non hanno esperiernza e furbizia che oggi sarebbero servite molto. Ma i requisiti non manco e potranno metterli in mostra fin da domani, quando iniziano le partite “alla morte”.

Alle 12.50 c’è Italia-Belgio, diretta su RaiSport1. Nella foto in basso l’Under 18 azzurra, dalle quale ha attinto a piene mani il Ct Bonitta.

aaaaunder

L’Italia perde il primo set

Le azzurre di Bonitta sotto nel primo set contro la Russia. Le italiane tengono il set in equilibrio fino al 12-11 per le russe, ma poi si lasciano progressivamente staccare e la prima frazione di gioco si chiude sul 25 a 16 per le ragazze in maglia rossa.

Finora la squadra di Bonitta ha giocato bene solo in alcuni sprazzi.

 

Il secondo set è delle azzurre

Ma il secondo set è delle azzurre, che riescono a metà a portarsi avanti diu due punti, che non perdono più. Infatti è 1 a 1 tra Italia e Russia, grazie a un 25-23.

 

Il terzo set ancora delle russe

L’Italia sembra cedere di shcianto all’inizio del terzo set, ma la squadra di Binitta riesce a tornare in partita. Il terzo set finisce, quindi, con un 25-19 per le russe che lascia molto amaro in bocca alle azzurre. Bonitta toglie Nadia Centoni e manda in cmapo Valentina Diouf. Ora c’è un po’ di peso in più in attacco.

Il quarto deciderà se la partita finisce o continua.

 

L’atteso esordio di Ankara

Atteso esordio ad Ankara per la nazionale azzurra di volley che cerca la qualificazione nel torneo pre-olimpico che si gioca in Turchia. Ma soltanto la prima avrà il pass assicurato per i Giochi di Rio, la seconda e la terza dovranno ancora cercarselo in un torneo futuro, che sin giocherà a maggio a Tokio.

Il precedente incontro agli Europei 2015

L’ultima volta le due squadre si sono scontrate agli Europei 2015, quando si affrontarono ai quarti di finale e vinsero le russe per 3- Vincere significherebbe avere già un piede nelle semifinali, mentre una sconfitta ci metterebbe già con le spalle al muro in vista dei match contro Belgio (domani) e Polonia (giovedì).

Formazione rinnovata per la partita

L’Italia affronta questo torneo con una squadra molto rinnovata. Il Ct Bonitta ha dato fiducia alle giovani che stanno disputando un ottimo campionato con il Club Italia e ha convocato Alessia Orro, Anna Danesi e Paola Egonu. All’ultimo momento è stata convocata Sara Bonifacio, convocata a causa delle non perfette condizioni di Cristina Chirichella, che si è infortunata a Capodanno.

Dove vedere la partita

Italia-Russia sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport 2, visibile anche al 228 della piattaforma Sky.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto