Torneo di Shangai: Matteo Berrettini e Fabio Fognini agli ottavi, italiani sugli scudi

Anche Matteo Berrettini passa agli ottavi al “Rolex Shanghai Masters”, penultimo Atp Masters 1000 della stagione dotato di un montepremi di 7.473.620 dollari, che si sta disputando sul cemento della metropoli cinese.

Il giovane tennista romano, numero 13 del ranking mondiale ed undicesima testa di serie, in piena corsa per Londra (e con un pensiero anche a entrare nella Top ten), dopo il bell’esordio contro il tedesco Struff, numero 38 Atp, è tornato in campo all’alba italiana per giocarsi un posto negli ottavi contro il cileno Cristian Garin, numero 32 del ranking mondiale.

Matteo ha vinto la partita con un doppio 6-3, un risultato senza storia. L’Italiano aveva perso contro il cileno nella finale di Monaco, ma oggi tutto è cambiato, superficie compresa.

Berrettini, semifinalista agli ultimi Us Open, ha all’attivo 36 vittorie (contro 18 sconfitte) in una stagione che gli ha già regalato due titoli ATP, conquistati a Budapest e a Stoccarda, oltre alla già citata finale di Monaco.

Anche Fognini passa agli ottavi

A sua volta Fabio Fognini, apparso in gran forma, con una prestazione maiuscola, anche lui in corsa per le ATP Finals, ha sconfitto ieri per 76(4) 26 76(2), dopo tre ore e nove minuti di battaglia, il britannico Andy Murray, numero 239 Atp, in gara grazie ad una wild card, reduce dai quarti a Pechino la scorsa settimana, i primi dopo un anno di “digiuno”.

I due, benché amici, si sono a lungo beccati, poi Fabio ha quasi chiesto scusa per aver fatto infuriare Andy, dicendo che “aveva scherzato”. In verità non sembrava.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto