Nordiconad, un prodotto venduto su 3 è a marchio (e l’altro è in offerta)

Che il 2014 sia stato un anno difficile, anzi, drammatico per i consumatori, lo dicono anche i dati della grande distribuzione.
A confermarlo sono anche i numeri di Nordiconad della provincia di Bologna, uno dei soci del consorzio nazionale Conad.

 

48 punti vendita solo nel bolognese
Nordiconad è una delle otto imprese cooperative tra imprenditori dettaglianti indipendenti associata al grande gruppo italiano della Gdo. 461 punti vendita tra l’Emilia Romagna, Piemonte, Val d’Aosta, Liguria, Veneto, Lombardia e Valle D’Aosta. Solo nel bolognese conta 48 negozi tra super, iper e citymarket e 1.040 dipendenti. E i dati di bilancio di questa provincia presentano uno spaccato fortemente rappresentativo.

 

Vendite giù del 2,4%
Qui Nordiconad ha chiuso il 2014 con un fatturato di 250,1 milioni di euro, (il 17,2% delle vendite complessive del gruppo), in contrazione del 2,4% rispetto all’andamento dell’anno precedente, benché l’utile netto del gruppo sia cresciuto del 12,3% rispetto al 2013. “Un risultato su cui pesa la riduzione del valore del carrello, e un modello di consumo, che è cambiato in modo radicale”, si legge nelal nota stampa, che prosegue: “Sempre più il cliente fa spending review sulla propria pelle, portando in tavola solo l’indispensabile e rinunciando talora anche alla qualità e alla tradizione”.

 

I prodotti in promozione sono il 28% del totale
“In tale contesto”, ha commentato il direttore generale Conad, Alessandro Beretta, “i clienti hanno però mostrato di apprezzare non poco la lotta al carovita condotta da Nordiconad. L’incidenza dei prodotti in promozione sulle vendite è salita in 3 anni dal 20 al 27-28%, e un grandissimo successo ha avuto l’iniziativa ‘prezzi bassi e fissi’, che consiste nel metter e prezzi ‘calmierati’, a rotazione, 150 prodotti di prima necessità, dal latte alla farina, dalla pasta allo yogurt”.

 

E uno su tre è a marchio Conad
Non a caso, nell’anno passato un prodotto su tre  venduto nei negozi della catena era a marchio Conad. È su questo che Nordiconad intende puntare per rilanciare lo sviluppo, assieme ai freschi di Conad Percorso Qualità, e le linee Conad Biologico e Sapori&Dintorni Conad e Creazioni d’Italia. “Sono linee in cui il rapporto qualità prezzo è vincente e la filiera è strettamente controllata, tale da garantire la massima sicurezza”.

 

Nuovi store e nuovi servizi
Altro obiettivo compreso nel piano di sviluppo 2016 è una serie di ristrutturazioni. IN che senso? “nel senso che intendiamo rinnovare i nostri store, anche dal punto di vista energetico, ampliare il numero di parafarmacie e di servizi utili alla clientela”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto