Fertilità, l’esperta: “L’estate è il momento propizio per riprodursi”

L’estate? La stagione ideale per riprodursi. Lo scrive il sito Consumerismo, che intervista Marina Bellavia, specialista in Medicina della riproduzione del centro per la fertilità ProCrea di Lugano. “L’estate coniuga una serie di fattori che aiutano a migliorare la propria capacità riproduttiva”, dice l’esperta. I fattori in questione sono il sole, il consumare frutta e verdura di stagione e lo stare all’aria aperta.

L’importanza del sole

Studi internazionali, per esempio, dimostrano che un’esposizione di pochi minuti ogni giorno migliora lo stato di salute riproduttiva. “Attraverso i raggi solari il nostro organismo assorbe infatti la vitamina D capace di contrastare i fattori negativi che influiscono sulla fertilità”, spiega la Bellavia, che aggiunge: “Nelle donne è stata riscontrata una correlazione tra la carenza di questa vitamina e un ampio spettro di disturbi ginecologici.

Attenzione al livello di vitamina D

Un recente articolo pubblicato sull’autorevole rivista Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism afferma che le donne con livelli sufficienti di vitamina D hanno più probabilità di produrre embrioni di alta qualità e, quindi, più probabilità di rimanere incinta rispetto alle donne carenti di vitamina D”. Sembra inoltre che la presenza di vitamina D abbia a che fare con la qualità degli spermatozoi. Ma anche il fattore cibo ha il suo peso.

Evviva la dieta sana

Una ricerca della Harvard School of Public Health ha scoperto un calo dei problemi di infertilità nelle donne alla ricerca di un figlio che seguivano una dieta sana: ridotti del 66% del rischio di infertilità per problemi di ovulazione rispetto a donne che non si attenevano a regimi alimentari corretti. A uomini e donne l’esperta raccomanda: “Evitare i grassi saturi, preferire pane, pasta e riso integrali, assumere proteine vegetali e latte”, raccomanda.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto