“Sì alle famiglie gay” del Parlamento europeo

Il Parlamento europeo di Strasburgo per la prima volta in maniera esplicita, parla di “famiglie gay”, approvando a larga maggioranza un rapporto sull’uguaglianza di genere in Europa.

“Il Parlamento – si legge nel testo – prende atto dell’evolversi della definizione di famiglia. Il Parlamento raccomanda che le norme in quell’ambito (compresi i risvolti in ambito lavorativo come congedi eccetera) tengano in considerazione fenomeni come le famiglie monoparentali e l’omogenitorialità”.

Si tratta di una svolta di grandissima importanza, che segue alla vittoria dei matrimoni gay nel recente referendum in Irlanda.

 

E il tribunale di Milano riconosce un matrimonio con un trans

Intanto il Tribunale di Milano ha trascritto nel registro dello stato civile le nozze contratte nel 2011 in Argentina tra un ragazzo italiano e il suo compagno transessuale argentino, il quale, nel giugno del 2012 ha ottenuto nel suo paese il cambio di sesso e di nome da maschile a femminile.

Lo ha stabilito la Corte d’Appello civile di Milano, sezione famiglia, con un provvedimento, primo in Italia, depositato due settimane fa e ha aggiunto che quello preso in esame non è una matrimonio tra omosessuali.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto