Giornate dei castelli: sabato e domenica aprono da Nord a Sud torri e segrete (foto)

Fortezze, torri, ponti levatoi e segrete da Nord a Sud. Raccontano una storia meravigliosa e gloriosa fatta di epiche battaglie, tradimenti, eroiche resistenze e vita nobiliare le Giornate Nazionali dei Castelli, giunte nel 2019 alla ventunesima edizione e fissate per sabato 11 e domenica 12 maggio con il patrocinio del Mibac. Dal castello Brown di Portofino al molisano Pescolanciano, da quello di Noarna a Trento alla cinta muraria dell’Aquila passando per Craco in Basilicata, Adrano in Sicilia e Sanluri in Sardegna sarà un fiorire di visite guidate gratuite, presentazioni di libri, concerti, mostre, tavole rotonde, stand gastronomici e tanto altro.

Su web e social

E non ci saranno solo castelli o fortificazioni, ma spesso intere intere cinte murarie come quelle de L’Aquila o Vicenza e borghi tra i più belli d’Italia come Mondavio nelle Marche. Ogni anno i siti prescelti sono diversi dai precedenti – tutte le informazioni sulle varie aperture sono disponibili su www.istitutoitalianocastelli.it (per i social c’è l’hashtag #giornatenezionalideicastelli2019) – consentendo anche ai visitatori ricorrenti di arricchire continuamente le loro conoscenze visitando spesso luogo di soliti non aperti al pubblico.

Partendo da Nord

Tra le altre perle che potranno essere scoperte in queste due intense giornate, le torri del progetto Turris in Piemonte, il Castel Masegra a Sondrio, il Castello d’Arcano ad Udine. E verso il centro, il Castello umbro di Montecolognola (Magione), la Fortezza da Basso (Firenze) e il Castello di Monfestino (Serramazzoni, Modena). Ci saranno anche il Castello di Santa Severa a nord della Capitale e il Castello Marzano di Sessa Aurunca (CE), il Castello Normanno di San Severina in Calabria e quello di Lagopesole in Basilicata.

Verso la Sicilia

In Sicilia due sono le province interessate dalle Giornate 2019: a Messina si apriranno luoghi di solito inaccessibili al Castello e cittadella fortificata di Milazzo (sede di una mostra e di visite guidate ma anche di una giornata di studi il 5 maggio) mentre a Catania protagonista sarà il Castello di Adrano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto