Dalle casalinghe ai medici: a ogni lavoro la dieta più adatta contro stress e fatica

Una dieta per ogni professione che fornisca energia, consenta di sopportare la fatica e lo stress e preservi la produttività. La presenta Serena Missori, specialista in endocrinologia, diabetologia e nutrizione, oltre che docente nei corsi di alta formazione in metodologie anti-aging e anti-stress.

aaaacasalinga

Casalinghe

Sono sempre in movimento, il loro fisico è sotto stress e consumano molte calorie con il rischio di prendere peso anche a causa di pasti irregolari e assaggi mentre cucinano o sparecchiano. Meglio non pesare a occhio le porzioni da cucinare, fare sempre colazione e orientarsi verso un pasto principale a base di fibre, carboidrati, proteine e grassi sani. Nel corso della giornata, si possono fare spuntini leggeri con frutta fresca di stagione e mentre va bene verdura sia a pranzo che a cena.

aaaimpiegati

Impiegati

Trascorrono molto tempo fermi con problemi di ritenzione idrica alle gambe, gonfiore alle caviglie e indolenzimenti dietro il ginocchio. Hanno una digestione laboriosa e tendono alle contratture del collo e della spalle. Per loro sono consigliate tisane drenanti e disintossicanti, pranzo non abbondante con cereali integrali, proteine magre e verdura a foglie piccole. Bene l’olio extravergine e semi di lino ricchi di omega 3 antinfiammatori.

aaaliberoprof

Liberi professionisti

Sono stressati, sempre di corsa, saltano i pasti e mangiano quando capita. Questo genera insonnia, irrequietezza e preoccupazione. Per mettere ordine nel loro disordine quotidiane, si deve partire da una colazione molto nutriente e si chiude con una cena da consumare lentamente entro le 21. Per il pranzo meglio le insalate e a cena zuppe calde e fredde con legumi, verdure o cereali integrali, carne o pesce fresco. Contro lo stress e favorire il sonno sono utili la melatonina e le mandorle ricche di magnesio rilassante. Infine una tisana al biancospino è indicata.

aaamedico

Chi lavora su turni

Sono operai, ma anche esponenti delle forze dell’ordine, medici, infermieri, autisti o piloti. A loro sono consigliati spuntini con proteine, carboidrati e lipidi ogni 3 o 4 ore per prevenire i cali di energia e il sopraggiungere di stanchezza e stress. Così si favorisce anche al digestione, che non è sovraccaricata. A fine turno consumare un’abbondante colazione, preferibilmente salata e ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine. Poi si deve cercare di riposare almeno 2 ore.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto