Ciserano (Bergamo): è grave la direttrice di banca aggredita con la benzina

Cinzia Premoli, 55 anni, di Treviglio, direttrice di una banca di Ciserano, nella Bassa bergamasca, è stata aggredita nel pomeriggio di ieri da un uomo che l’ha attesa all’esterno della filiale e le ha rovesciato addosso una bottiglietta di benzina, dandole poi fuoco. L’episodio sarebbe dovuto, secondo i carabinieri, a un singolare tentativo di rapina. L’aggressore è poi fuggito con un complice.

 

Ustioni di terzo grado

La donna ha riportato ustioni di terzo grado e in serata è stata trasferita in un centro grandi ustionati dall’ospedale Papa Giovanni XXIII dove si trova ricoverata. Prima di riversarle addosso la bottiglietta di benzina e appiccare le fiamme con un accendino, lo sconosciuto le ha gridato: “Apri la banca!”.

 

La direttrice si è rifiutata di aprire

La direttrice si sarebbe però rifiutata e il malvivente le avrebbe sferrato alcuni pugni, dopodiché ha appiccato le fiamme. È seguito uno scoppio, che ha fatto aprire la portiera dell’auto della donna, una Polo.

Anche l’aggressore è stato visto fuggire con i pantaloni avvolti dalle fiamme. Si tratterebbe di un uomo tra i 20 e i 30 anni, mai visto prima dai testimoni che hanno soccorso la donna pochi istanti dopo l’accaduto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto