Mantova: accoltella la ex compagna e poi tenta il suicidio, lei è in fin di vita

Una donna di 33 anni è ricoverata in condizioni gravissime a Mantova dopo essere stata colpita con un coltello alla testa dal suo ex compagno nella serata di ieri.

Barricato in casa con la piccola

L’uomo, Konstantin Kossiivitsov, 38 anni, muratore russo, ieri sera è arrivato a casa della ex compagna, Francesca Cadioli, 33 anni, madre della loro bimba di 2 anni, nel quartiere Frassine, in via Caduti del Lavoro (nella foto di apertura la palazzina in cui è avvenuta l’aggressione). Non appena donna ha aperto la porta, l’ha colpita in fronte con un lungo coltello. Si è quindi barricato in casa dove si trovava anche la piccola. È stata la madre della donna a dare l’allarme.

L’uomo ha cercato di pugnalarsi

Sono intervenuti vigili del fuoco, polizia e 118. Quando sono riusciti a entrare i soccorritori si sono trovati di fronte una scena agghiacciante: la donna era terra in un lago di sangue e l’ex compagno che cercava di pugnalarsi. Entrambi sono stati portati in ospedale in gravi condizioni. La bambina è stata trovata in una stanza con la porta chiusa e subito portata via dai soccorritori.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto