Traffico di rifiuti: indagato il generale dei cc Fanelli, ai domiciliari 7 funzionari

Truffa aggravata: il generale dei carabinieri Enzo Fanelli (nella foto), ex comandante della Legione Liguria è indagato nell’ambito dell’inchiesta sullo smaltimento illecito di rifiuti condotto dai militari del Noe a Genova. Con Fanelli, che ora presiede la Commissione per la condizione generale del personale dell’Arma, è indagato, con la stessa accusa anche l’ufficiale Massimo Milli, ex comandante della caserma dei carabinieri Vittorio Veneto a Genova.

 

Falsificati i costi dello smaltimento
Fanelli e Milli sono indagati perché avrebbero risparmiato sui costi di smaltimento dei rifiuti prodotti dalla ristrutturazione della caserma Vittorio Veneto accordandosi con i dirigenti della municipalizzata Amiu e della ditta specializzata Switch, che avrebbero fatto figurare i detriti come rifiuti urbani provenienti dalla bonifica del territorio. Ciò sarebbe avvenuto tra febbraio e marzo 2013.

 

Ai domiciliari sette funzionari Amiu e Switch

L’inchiesta, coordinata dai magistrati Paola Calleri e Francesco Cardona Albini, ieri ha portato ai domiciliari sette persone tra funzionari Amiu e Switch.

aaamazzeo

Ci sono anche altri importanti indagati

Nel registro degli indagati sono iscritti anche l’ex direttore del carcere di Marassi Salvatore Mazzeo (nella foto), che era stato al centro di diverse polemiche anche con l’ex ministro Cancellieri, trasferito attualmente a Torino presso il Provveditorato penitenziario e la funzionaria del penitenziario di Marassi Marta Ghio. Per loro l’accusa è di abuso d’ufficio per aver fatto ritirare rifiuti elettronici passandoli come rifiuti urbani. Indagato anche Angelo Priarone, ex presidente della società Terme di Genova, con l’accusa di truffa aggravata.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto