Foggia: truffa da 4 milioni all’Inps, 24 arresti e 49 indagati

Maxi truffa all’Inps per più di 4 milioni di euro. L’ha scoperta la guardia di finanza di Foggia che ha individuato un’organizzazione criminale composta da 7 professionisti, 4 dipendenti pubblici (2 dell’Inps stesso, uno del centro per l’impiego e uno degli Ospedali Riuniti di foggia), 15 prestanome che risultano titolari di 32 società fantasma in agricoltura, edilizia e servizi. A questi si aggiungono 23 reclutatori di falsi dipendenti.

Nel mirino società in gravi difficoltà

Le accuse per la banda sono di associazione per delinquere finalizzata all’illecito conseguimento di erogazioni pubbliche, frode ai danni dello Stato e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. In pratica venivano individuate società in gravi condizioni, veniva data loro una parvenza di regolarità contabile e si procedeva all’assunzione fittizia di personaggi compiacenti perché usufruissero di indennità assistenziali e regolarizzazioni per gli stranieri.

Il tariffario della truffa

C’era anche un tariffario: 200 euro per ogni assunzioni, 5.000 euro per ogni regolarizzazione e il versamento del 20-25% dell’indennità percepita. In titolare sono 49 le persone denunciate, 7 quelle tradotte in carcere, 17 sono finite ai domiciliari mentre i falsi lavoratori ammonterebbero a 1.372. A 17 persone sono stati sequestrati beni per un importo equivalente alla presunta truffa, 4 milioni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto