Colpo di fulmine in aeroporto, lui si fa vivo: “Eccomi, Alessandro sono io”

“Alessandro sono io”. Complice il periodo, con San Valentino che si avvicina, sembra destinata a un lieto fine la love story iniziata all’aeroporto di Pisa e passata per il sindaco di Alghero, Mario Bruno. Nei giorni scorsi tutti i media italiani sono stati catturati dal singolare appello che il primo cittadino sardo ha ricevuto da Chiara, 25 anni, e che ha diffuso attraverso la sua pagina Facebook. Il ragazzo, infatti, che si chiama Alessandro, ha contattato Bruno e ora Chiara aspetta solo di rivederlo.

Colpo di fulmine: ragazza scrive al sindaco di Alghero per ritrovare il suo “lui”, le notizie del 3 febbraio 2017

Chiara ha 25 anni e ha un principe azzurro di cui sa poco o nulla. Gli ha dato un nome, Alessandro, ha gli occhi verdi, l’ha incrociato in uno sguardo lungo abbastanza da decidere di partire insieme, all’area imbarchi dell’aeroporto di Pisa. Ma poi l’ha perso di vista e ognuno ha preso il suo aereo. E Chiara, ancora scossa da quel colpo di fulmine ai controlli di sicurezza, si è rivolta al sindaco di Alghero, Mario Bruno (nella foto sotto), con una lettera.

“Sono speranzosa, devo trovarlo”

È stato lo stesso sindaco a svelare la storia con un post su Facebook, in cui si definisce Cupido. “Era il 23 dicembre”, scrive Chiara al sindaco, “sono una ragazza a lei sconosciuta, e le scrivo perché quest’anno il mio Babbo Natale, in ritardo, potrebbe essere proprio lei, probabilmente ho incontrato l’amore della mia vita e se lei si sta chiedendo cosa c’entra, sappia che potrebbe essere il mio personaggio chiave in tutta questa storia”. In un mondo senza tecnologia, dice Chiara, “trovarlo sarebbe impossibile, e non so nulla di lui, ma sono speranzosa, devo trovarlo”.

Il sindaco “cupido”: “Ne capitano di tutti i colori”

Mario Bruno, pubblicando la lettera di Chiara, commenta firmandosi “cupido”: “Prima o poi scriverò un libro. A un sindaco ne capitano di tutti i colori”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto