Novara: uccide il figlio disabile e poi cerca di uccidersi, è grave

Tragedia la scorsa notte a Vespolate, un piccolo comune di poco più di 2.000 abitanti, in provincia di Novara. Un uomo ha ucciso il figlio disabile nel sonno, soffocandolo, poi ha tentato il suicidio con il gas. La tragedia è avvenuta in un condominio di Corso Garibaldi.

Secondo le prime informazioni, il padre cinquantenne temeva per il futuro del figlio, che sarebbe rimasto solo quando sarebbe mancato, e ha deciso di uccidere il suo ragazzo e di farla finita.

L’uomo è ora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Novara. Da quando era morta la moglie, un anno e mezzo fa, era rimasto da solo ad occuparsi del figlio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto