F1 a Silverstone: la Ferrari conferma Kimi Raikkonen fino al 2017

È finito il tira e molla sul seocndo pilota dlela Ferrari. E con tanto di comunicato ufficiale. Il pilota finlandese Kimi Raikkonen (36 anni), ha rinnovato il contratto con la Rossa per il 2017.

L’annuncio è stato dato dalla scuderia di Maranello, impegnata in questi giorni a Silverstone per le prove del Gran premio che si corre domenica prossima.

Nella stagione sportiva 2017 il team Ferrari sarà ancora formato dal finlandese e dal tedesco Sebastian Vettel.

a-kimi

Per Kimi Raikkonen (nella foto sopra), terzo in Austria nell’ultimo Gran Premio, sarà la settima stagione con la Rossa, con cui ha vinto un titolo mondiale nel 2007.

 

Il finale thrilling del Gran premio d’Austria

Finale thrilling del Gran premio d’Austria. I due compagni di squadra Rosberg e Hamilton all’ultimo giro ingaggiano una dura battaglia, le due Mercedes si toccano, alla fine Hamilton sfreccia primo sotto il traguardo, precedendo la Red Bud di Verstappen e la Ferrari di Kimi Raikkonen, che sale sul podio.

Nico Rosberg è quarto. Potrebbe anche subire una penalità per la manovra finale col suo compagno di squadro. La moviola, subito dopo la fine della gara, mostra che ilsorpasso tentato da Hamilton era corretto. Bisgnerà vedere che ne pensa la direzione corsa. Rosberg conserva 11 punti di vantaggio su Hamilton nella classifica mondiale dei piloti.

 

Penalizzazione “beffa” per i piloti non Mercedes

Rosberg è sotto investigazione non solo per aver ostacolato il sorpasso di Hamilton, ma anche per aver continuato la gara con la vettura danneggiata e potenzialmente pericolosa. Ma la montagna, alla fine, ha partorito il topolino, perché a Rosberg è stata “inflitta” una penalità di soli 10 secondi, che non cambia minimamente la classifica del Gran premio. Come favore al pilota e alla Mercedes non è male…

Vettel coinvolto nel disastro Ferrari

Ancora un disastro Ferrari. La rossa guidata da Sebastian Vettel, che era leader del Gran premio d’Austria al 27° giro, ha perso la gomma posteriore destra, che è esplosa, scaraventandolo contro un muro. Nessun danno al pilota, ma il motore si è spento.

Corsa finita per Vettel, che già era partito con una penalizzazione di 5 posti per aver montato un motore nuovo.

a-ferrari

Il muretto Ferrari sta pagando anche le scelte più estreme che fa per rincorrere le Mercedes. La Pirelli non dice nulla sull’esplosione dello pneumatico. Comunque dal pit stop di Kimi Raikkonen, avvenuto qualche giro prima, si sapeva che la gomma stava rapidamente consumandosi. Forse Vettel è rimasto in pista aspettando che arrivasse la pioggia. Intanto si è in regime di safety car. I giri da percorrere sono in tutto 71.

 

Vettel: “Nessun preavviso dalla gomma…”

Sebastian Vettel, dopo il ritiro, commenta con i gioralisti l’accaduto, ma non fa nessuna rivelazione: “Non c’è stato – dice – nessun preavviso, il giro precedente andava bene e quello successivo è esplosa”. Il confronto tra Pirelli e Ferrari sulle gomme usate, prevedibilmente continuerà anche nel dopo gara.

 

aaa-ferrari

Hamilton è partito in Pole

 

Primo Hamilton su Mercedes, secondo clamorosamente Nico Hulkenberg su Force India. Rosberg, secondo nel giro della Pole, partirà settimo, per i 5 posti di penalizzazione. Per lo stesso motivo Sebastian Vettel, quarto, partirà 9°. Raikkonen doveva partire 6°, ma sale al 4° posto per la retrocessione di Rosberg e Vettel.

Da tener presente che Ferrari e Red Bull potrebbero essere avvantaggiate in gara per la scelta fatta oggi per le gomme. Ma dipenderà anche dal meteo. la pioggia, infatti, annullerebbe ogni vantaggio. Diretta tv per la gara alle 14 su Sky Formula 1.

Sotto la griglia con tutti i partecipanti al Gran premio d’Austria, pubblicata dall’Agenzia Ansa.

a-griglia

La grande sorpresa della vigilia

Grande sorpresa alla vigilia della competizione per la Pole al Gran premio d’Austria. Due dei principali favoriti, infatti, Sebastian Vettel (Ferrarri) e Nico Rosberg (Mercedes) saranno penalizzati di 5 posizioni per un problema analogo: hanno dovuto sostituire una parte del motore. Il problema di Vettel – oggi comunque con Raikkonen il più veloce nelle terze prove libere – era già noto da ieri.

Quello di Rosberg, invece, si è manifestato questa mattina, quando il pilota della Mercedes è uscito di pista, andando a sbattere sulle barriere a bordo pista.

Qualifiche per la Pole alle 14, diretta su SkyF1. E, nel corso del Q1, anche Kvyat passa sui cordoli, rompe la sospensione con la sua Toro Rosso e finisce fuori pista a grande velocità. Auto danneggiata, per fortuna per il pilota russo non ci sono problemi di salute. Stamattina anche Verstappen con la Red Bull era uscito di pista. Anche la Toro Rosso di Sainz ha problemi, così come la Force India di Perez. Insomma giornata infausta quasi per tutti.

 

Sui primi dieci arriva un temporale

E mentre si sta per definire la griglia arriva uno scroscio di pioggia battente. Ulteriore thrilling sul Q3 su una giornata già piena di colpi di scena, di ritiri e di penalizzazioni. Al momento, per la gara di domani, sono avvantaggiare Ferrari e Red Bull per la scelta fatta delle gomme e penalizzate le Mercedes.

Ma se domani piovesse alla partenza i vantaggi sarebbero annullati.

Il tentativo di Raikkonen con la Super-soft

E ora il meteo parla di pioggia, anche se ancora non si vedono cadere gocce d’acqua. Raikkonen prova a qualificarsi con la gomma Super-soft. Tutti gli altri piloti stanno provando con la ultra-soft.

La vittoria di Rosberg a Baku

Torna a vincere Nico Rosberg: è la quinta stagionale, colta a Baku nel Gran Premio d’Europa. Seocndo Sebastian Vettel con la Ferrari, terzo il messicano Sergio Perez, con la Force India, dove festeggiano tutti i meccanici come se avessero vinto. Quarto Raikkonen, che socnta una stupida penalizzazione di 5 secondi, per aver superato una linea bianca ai box: una regola abbastanza stupida. Kimi quest’anno o è sfortunato o sbaglia qualcosa. Non gli va mai bene. Quinto Hamilton che ha litigato con la sua Mercedes e con i box per tutta la gara.

Nella classifica del mondiale piloti possono essere contenti Rosberg e Vettel, che guadagnano punti su Hamilton. La classifica del mondiale piloti ora vede in testa Rosberg con 141 punti, secondo Hamilton con 117, terzo Vettel con 96, quarto Raikkonen con 81. In basso i piloti all’arrivo in una grafica di gazzetta.it.

 

Ordine di scuderia a Kimi a metà gara

Ordine di scuderia al 29° giro e Kimi Raikkonen, che era secondo ma gravato di una penalizzazione di 5 secondi, riceve via radio l’invito dal suo box a lasciar passare Vettel. Kimi lo fa, ma poi dice ai suoi tecnici: “Ora ditegli di andare, altrimenti lo vado a riprendere”. Al 30° giro, quindi, primo è Rosberg su Mercedes, seocndo Vattel su Ferrari, terzo Raikkonen che erò se la deve vedere con Perez della velocissima Force India, che gli è alla pari.

Notevole anche un altro episodio che ha coinvolto Vettel: era stato richiamato in anticipo per il cambio gomme, ma Sebastian – tenendo presnete quanto accaduto in canada, si è rifiutato e ha continuato a girare. Finora ha avuto ragione Vettel, cheora è solo all’inseguimento di Rosberg, mentre percorrono il 33° dei 51 giri.

A dieci giri dalla fine Perez è ancora quarto, ma di fatto ha sorpassato sul podio Raikkonen, che dvee ancorapagare all’arrivo i suoi 5 secondi di penalizzazione. Possibile anche che Sergio Perez lo sorpassi in pista. Quinta è la Mercedes di Hamilton, che ha dei problemi con la sua vettura, sesta la Williams di Bottas.

aaa-daniel

Nico Rosberg è partito in Pole

Sarà la Mercedes di Nico Rosberg a partire per prima dalla griglia del Gran premio d’Europa oggi pomeriggio a Baku. Al secondo posto c’è la Red Bull di Ricciardo, al terzo la Ferrari di Sebastian Vettel e al quarto l’altra rossa di Kimi Raikkonen. Clamoroso “muro” di Lewis Hamilton, che partirà 10° per essere finito fuori strada nel Q3. Lo precederà al 9° posto un altro favorito della vigilia, il pilota Red Bull, Verstappen.

In realtà il secondo posto toccava alla Force India di Perez, che però deve retrocedere di 5 posti in griglia per interventi sul cambio.

 

Le Ferrari miglorano in qualifica

Le Ferrari, che erano andate molto male fino al Q2 e nelle prove libere, nel Q3 hanno reso in modo del tutto inatteso. Quando le qualifiche sembravano finite sono stati concessi altri due minuti ai piloti per provare a modificare le posizioni nei primi dieci, perché la competizione si era interrotta dopo l’impatto di Hamilton. E arriva la sorpresa, a danno della Ferrari di Vettel.

Il pilota della Red Bull, infatti, (nella foto sopra con Rosberg) realizza lo stesso tempo del tedesco della Ferrari, ma gli passa davanti in virtù del regolamento che premia chi realizza il tempo per primo. Diretta tv sia su Rai1 che su SkyF1. La gara inizia alle 15.

Previsto l’ingresso della safety car (e occhio a Verstappen e Hamilton)

La gara di Baku- su una ista cittadina decisamente difficile anche se ci sono possibilità di sorpasso – potrebbe prevedere più voltae l’ingresso della safety car. Tutta da seguire, quindi, nel suo svolgimento, che potrebbe anche rivelare sorprese. Hamilton e Verstappen partono dalgi ultimi due posti tra i primi dieci. È certo che inizieranno subito una girandola di sorpassi per portarsi avanti.

 

Una Pole che entrerà nella storia

Oggi a Baku ci sarà la prima Pole della storia. Il circuito cittadino, infatti, inaugurato dalle libere di ieri consegnerà il primo posto in griglia per la gara di domani. L’appuntamento è alle 15 sia su Rai2 che su Sky Formula 1.

Probabilmente il poleman sarà, ancora una volta quest’anno, un pilota della Mercedes. Si tratta solo di vedere se Rosberg o Hamilton. Le “frecce d’argento”, infatti, sono state nettamente davanti a tutti anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Europa a Baku in Azerbaigian.

Come nella prima sessione, il miglior tempo è stato segnato da Lewis Hamilton in 1’44”223 davanti al compagno e rivale Nico Rosberg (1’44”913) ed alla Force India di Sergio Perez (1’45”336). Molto lontane le Ferrari con Sebastian Vettel solo ottavo (1’46”219) e Kimi Raikkonen tredicesimo in 1’46”694. “Giornata storta”: ha commentato Vettel. I tifosi delle rosse sperano che non si ripeta oggi.

 

Per la prima volta in Azerbaigian, la terra del petrolio

L’ottava prova del mondiale 2016 si effettua per la prima volta con il Gran premio d’Europa in Azerbaigian, a Baku.

 Qalifiche e gara saranno visibili in chiaro oggi e domani su Rai2 e domenica su Rai1, oltre che su Sky Formula1 per tutti e tre i giorni.

Si inizia oggi con le prime prove libere mai fatte a Baku. “Sono davvero curioso di guidare su questo circuito, sembra davvero entusiasmante”, ha detto ieri Sebastian Vettel. “Ieri mattina ho fatto un giro al simulatore, ma non vedo l’ora di mettermi alla prova su queste strade”.

aaa-ricciardo

La capitale del petrolio

Baku, capitale dell’Azerbaigian, ex repubblica sovietica, ha nel petrolio da sempre la ricchezza principale. La metropoli in cui si corre è bella e suggestiva e si è sviluppata intorno alla città fortificata (patrimonio dell’Umanità, secondo l’Unesco) cercando di fondere la tradizione millenaria con l’estrema modernità dell’ultimo decennio, tra Mar Caspio e Caucaso, tra Asia ed Europa.

 

340 boulevard nella città vecchia

Sono 51 i giri da compiere sul tracciato cittadino di Baku, progettato dall’architetto tedesco Hermann Tilke, che ha disegnato un percorso che si snoda tra il centro storico, con i suoi 340 boulevard, il lungomare ed il grandioso palazzo del parlamento azero. La strada su cui si corre ha una lunghezza di ben 6 chilometri, seconda solo a Spa-Francorchamps e presenta un rettilineo principale di 2200 metri, il doppio di Monza.

aaa-circuitoazero

Circuito cittadino, ma i sorpassi sono possibili

Le possibilità di sorpasso non dovrebbero mancare pur trattandosi di un percorso cittadino.
Il circuito presenta un misto di tratti velocissimi (si stimano punte da oltre 340 km/h) nella zona del lungomare e sezioni strette e tortuose nella parte antica della città dove la larghezza della careggiata è di soli 7 metri (rispetto ai 13 della parte più scorrevole).

In questa parte del tracciato il rischio che qualche vettura sbatta contro le barriere è quasi una certezza, un po’ come a Montecarlo e Pau.

 

Le prime 7 curve a 90 gradi
Altra caratteristica del percorso sono le prime 7 curve, tutte a 90°, che portano al tratto più caratteristico, quello che gira attorno alla la città murata, con le curve 8, 9 e 10 che Una simile combinazione di condizioni diverse imporrà ai team di trovare il giusto compromesso tra assetto scarico da alta velocità ed esigenze di aderenza e trazione proprie di un tracciato cittadino. Non sarà facile.

Ecco la classifica piloti dopo i primi 7 Gran premi

aaa-classifica

Il Gran premio in tv

 

Venerdì 17 giugno 2016
11 – 12,30 Prove libere 1 in diretta su Raisport 2 dalle 10:50, su Sky Sport F1 dalle 10,45.

15– 16,30 Prove libere 2 in diretta su Raisport 2 dalle 14:50, su Sky Sport F1 dalle 14:45.

Sabato 18 giugno 2016
12 – 13:00 Prove libere 3 in diretta su Raisport 2 dalle 11:50, su Sky Sport F1 dalle 11,45.

15 Qualifiche GP Europa a Baku su Rai 2 dalle 14,50, su Sky Sport F1 dalle 14.

Domenica 19 giugno 2016
15 Gran Premio d’Europa a Baku su Rai 1 dalle 15:00, su Sky Sport F1 dalle 14:30.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto