Addio signor Playmobil, ha fatto giocare generazioni di bambini

Addio al signor Playmobil. È morto a Furt, in Germania, Horst Brandstätter, l’industriale che ha fatto giocare generazioni intere di bambini. Avrebbe compiuto 82 anni il prossimo 27 giugno e ha trascorso quasi per intero la sua vita nell’azienda di famiglia, la Geobra Brandstätter, in cui era entrato a 19 anni. I decenni a seguire sono stati un crescendo di successi tanto che la Playmobil, a fine 2014, aveva registrato ricavi per 595 milioni di euro.

Il successo mondiale negli anni della crisi petrolifera

La prima intuizione a segnare la svolta della società tedesca, che avrebbe nel giro di breve assunto dimensioni mondiali, e del suo proprietario risale al 1958, quando Brandstätter aveva portato in Europa l’hula hop. Le vendite raggiunsero cifre astronomiche. Poi, nel 1974, quando sul pianeta imperversava la crisi petrolifera, fu presentato alla fiera del giocattolo di Norimberga una nuova linea, la Playmobil, con lo scopo di introdurre un concetto ancora timidissimo: ridurre l’uso dei combustibili fossili. Ma anche risparmiare sulle materie prime necessarie per produrre i giocattoli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto