Nuova ricerca: l’olio extravergine contrasta i tumori intestinali

L’olio extravergine d’oliva è il migliore alleato per la salute, vera medicina naturale capace di prevenire e curare diverse patologie. È il binomio nutrizione e salute al centro dell’incontro promosso a TuttoFood da Italia Olivicola nel suo stand, al quale ha partecipato Antonio Moschetta, Ordinario di Medicina dell’Università di Bari e ricercatore della Fondazione Airc.

 

La scoperta contro timori

Che un cucchiaio di olio extravergine di oliva aiuti a prevenire e a combattere i tumori intestinali, è l’importante scoperta del gruppo di ricerca di Moschetta i cui risultati sono pubblicati sulla rivista Gastroenterology.

“L’olio extravergine di oliva – ha detto Moschetta – è ricco di acido oleico, una sostanza in grado di regolare la proliferazione cellulare. In studi preclinici abbiamo simulato geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute”.

Il valore delle cultivar italiane

Nello studio i ricercatori hanno infatti dimostrato che in assenza di acido oleico nella dieta si ha dapprima infiammazione e poi lo sviluppo di tumori spontanei dell’intestino. “È ormai scientificamente testato che le cultivar italiane sono le migliori per l’organismo – ha affermato il presidente di Italia Olivicola, Gennaro Sicolo – da qui il nostro forte impegno per garantire al consumatore la massima tracciabilità e sicurezza alimentare”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto