È Giovedì Grasso: la ricetta delle frappole al forno per festeggiare

Ultimo giovedì prima di Carnevale. Per questo si chiama Giovedì Grasso che, a seconda della regione, cambia nome. In Toscana viene chiamato “berlingaccio”, termine che, di derivazione tedesca, significa “mangiare con piacere”. Ma a Venezia si festeggia il ricordo di un’importante battaglia che torna indietro nei secoli. In generale, che vi si fornisca valenza religiosa o meno, si tratta di una giornata goliardica e i dolci la fanno da padrone, soprattutto le frappole (o frappe o, ancora, chiacchiere). Ecco la ricetta di quelle al forno.

Gli ingredienti

Per prepararne 35, servono 350 grammi di farina, 40 di burro e 80 di zucchero. Servono ancora 2 centilitri di olio extravergine di oliva, 2 cucchiai di brandy, mezzo cucchiaio di lievito vanigliato, un pizzico di sale, zucchero a velo e una scorza di limone grattugiata.

Come si procede

Per prima cosa si versano la farina, lo zucchero, il burro fuso, l’olio, il brandy, il lievito vanigliato, sale e scorza di limone grattugiata in una ciotola e si procede a impastare. Quando l’impasto è a punto, va avvolto nella pellicola e lasciato a riposo in frigorifero per un’ora circa. Quindi lo si stende fino a farne una sfoglia sottile e su un piano di lavoro infarinato si taglia delle strisce con il coltello.

In forno per 10 minuti

Quando tutto sarà pronto, le frappe vanno messe in una teglia, sopra la carta da forno. Quindi si mette in forno e si lascia cuocere a 180 gradi per una decina di minuti. A quel punto si sparge lo zucchero a velo e si serve.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto