Sanremo si avvicina: Spandau Ballet e Panariello tra i super-ospiti

Mancano 48 ore all’inizio del Festival di Sanremo e l’ufficio stampa continua a distillare notizie per accaparrarsi titoli sui giornali e sugli altri media. La notizia di oggi è che arrivano gli Spandau Ballet. La band simbolo degli anni ’80, che vanta 25 milioni di dischi venduti nel mondo e 23 singoli in hit parade, è attesa sul palco del teatro Ariston – secondo quanto afferma l’Agenza Ansa – nella terza serata del Festival, giovedì. Si tratta di un ritorno per il gruppo, già a Sanremo negli anni ’80.
E Conti lancia il suo amico Panariello
“Sono felicissimo di annunciare che un altro superospite del Festival sarà Giorgio Panariello”: dichiara Carlo Conti, annunciando il ritorno sul palco dell’Ariston del comico che nel 2006 condusse Sanremo con Ilary Blasi e Victoria Cabello. “Uno degli “Amici miei”, anzi di più, un fratello, non solo artisticamente ma anche di vita – ha aggiunto Conti -, con cui ho respirato tanta polvere di palcoscenico in migliaia di serate, abbiamo condiviso tanta tv”.
aaaapanariello
“Un fuoriclasse della comicità”
“É il massimo averlo al festival: è come se un’altra parte importante della mia vita fosse con me sul palco del Teatro Ariston”, ha spiegato Conti, in una nota, parlando di Giorgio Panariello (nella foto), tra i superospiti della rassegna. “Giorgio – aggiunge Conti – è uno dei fuoriclasse della comicità, che ha dimostrato negli anni di essere un numero uno, come showman e attore, in tv, al cinema e in teatro. Siamo due toscani, eppure, curiosamente, ci siamo conosciuti a Vibo Valentia nel 1985, in una trasmissione Rai, in cui Giorgio faceva l’imitazione di Renato Zero e io lo presentavo. Da lì, abbiamo fatto nascere tanti dei suoi personaggi, in oltre dieci anni delle trasmissioni “Aria Fresca” e “Vernice Fresca”, in perfetto equilibrio tra spalla e comico. Insomma, abbiamo pedalato tanto sullo stesso tandem, in questi 30 anni insieme!”.La replica sorniona di Panariello a ContiPer Giorgio Panariello sarà un’emozione condivisa con un amico, come dice lui stesso: “Mi fa impressione che sia proprio Carlo Conti a definirmi “super ospite”, io sono il fratello che da 30 anni gli porta le paste a casa la domenica a pranzo! È un’emozione pensare di condividere con l’amico di sempre un momento così importante della sua carriera. L’abbiamo sempre sognato, non potevo mancare!”.
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto