La manovra è legge con 166 sì, 70 no e un astenuto

La manovra di Bilancio per il 2017 ora è legge. L’esito è consapevole dell’enorme complessità della situazione politica. Con tempi da record l’aula di Palazzo Madama ha detto sì alla fiducia chiesta dalla ministra Boschi questa mattina. Intorno alle 15, del 7 dicembre il Senato ha approvato tutta la legge di Bilancio con 166 sì, 70 no e 1 astenuto.

a-consigliofb

Matteo Renzi ha annunciato con un tweet e sulla sua pagina Facebook che alle 19 andrà al Quirinale per rendere effettive le sue dimissioni da presidente del Consiglio.

a-consigliorenzi

Ora il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, potrà iniziare – presumibilmente da domattina – le consultazioni per varare un nuovo governo.

a-boschibis

Tempi strettissimi per la crisi aperta

Tempi strettissimi con la crisi di governo aperta. E per questo si assiste a un’accelerazione che ha dell’incredibile. Il governo chiederà la fiducia sulla legge di bilancio e punta ad arrivare al voto in aula entro stasera, mercoledì 7 novembre o al masismo nella giornata di domani, 8 dicembre.

Le dichiarazioni di voto a Palazzo Madama cominceranno alle 12 e la prima chiama è prevista per le 14,30. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha accettato di “congelare” le sue dimissioni, in attesa dell’ok alla manovra, convinto anche dai tempi strettissimi di approvazione.

 

La richiesta in aula della ministra Boschi

Il ministro per i Rapporti con il parlamento – Maria Elena Boschi – in Aula al Senato ha posto stamattina la questione di fiducia alla manovra di Bilancio.

“A nome del governo, – ha detto – e autorizzata dal Consiglio dei ministri, pongo la questione di fiducia sull’approvazione senza emendamenti articolo 1” del ddl sulla legge di bilancio “nel testo identico a quello approvato dalla Camera”. In sottofondo mormorii dall’Assemblea di Palazzo Madama, ma la ministra non li ha raccolti e ha lasciato subito dopo l’Aula.

 

Le consultazioni dopo il sì alla manovra

Dopo il sì alla manovra, le dimissioni di Renzi saranno “scongelate” e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella inizierà le consultazioni per il nuovo governo. Intanto, nel pomeriggio, la direzione del Pd affronterà il tema degli scenari che si aprono dopo le dimissioni effettive del premier.

a-fiduciatecnica

Punto per punto i contenuti

Qui trovate tutti i contenuti della manovra all’esame del Senato. In cas di approvazione il testo con tutti i provvedimenti diventa legge.

 

 

 

 

 

 

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto