X-Factor: televoto senza percentuali, parte l’esposto all’Authority

“Mancanza di trasparenza nel meccanismo del televoto”. Questo il motivo per cui l’Unione nazionale consumatori ha presentato un esposto all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni contro il programma televisivo X-Factor, in onda il giovedì sera su Sky Uno. Oltre a ciò, Sky è stata diffidata per la finale di giovedì prossimo, 10 dicembre, in modo che adegui la comunicazione dei risultati del televoto.

“Violati i diritti degli spettatori”

Secondo l’Unc, dunque, il talent show viola uno specifico articolo del regolamento dell’Agcom non pubblicando le percentuali che designano i concorrenti che escono vincitori secondo il televoto. “Al di là degli aspetti legali”, Massimiliano Dona, segretario dell’Unione, “è di tutta evidenza che va preservato il diritto dei telespettatori, dopo aver partecipato alla votazione, pagando pure dei soldi, di conoscere l’esito del televoto. Non è accettabile che si tengano segreti i risultati, magari per ragioni editoriali e di spettacolo. È ovvio che chi ha votato vuol sapere se il proprio beniamino ha perso per poco o ha vinto alla grande. A un fan non basta sapere chi ha vinto, ma interessa anche come ha vinto, per quanti voti, con quale scarto” ha dichiarato”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto