Nuda in un vagone accusa: “Stuprata nella stazione di Bologna”

Insolita storia di violenza in un luogo molto frequentato come la stazione di Bologna. Una ragazza ha raccontato di essersi svegliata seminuda, dopo essere stata stuprata in un vagone della stazione e rapinata.

Ma la storia è tutta da verificare perché la prima ricostruzione presenta “buchi” notevoli.

Non ancora diciottenne

La denuncia, su cui ha avviato indagini la Polizia, è di una ragazza italiana che compirà a breve 18 anni e che il 3 novembre si è presentata all’ospedale Maggiore.

Molte bevute in piazza Verdi

La minorenne ha riferito di aver passato la serata nella zona di piazza Verdi con alcuni amici e di aver bevuto molti alcolici.

Poi si è accorta di non aver più il telefonino e un giovane magrebino si sarebbe offerto di aiutarla, dicendole di seguirlo. I due sarebbero quindi arrivati in stazione, dove la ragazza sostiene di aver subito la violenza sessuale. Si sarebbe svegliata solo la mattina dopo, svestita e senza più la borsa con sé.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto