Messina: ventosa lo soffoca a 10 mesi, indagati i genitori per omicidio colposo

La procura di Messina ha aperto un’inchiesta sulla morte di un bambino di 10 mesi in seguito alle conseguenze riconducibili all’ostruzione delle vie respiratorie causata da un oggetto ingerito. Lo riporta la Gazzetta del Sud. L’episodio risale a venerdì scorso, 2 ottobre. La madre del piccolo si stava apprestando a cambiare l’indumento intimo al figlio, quando quest’ultimo ha preso tra le mani una ventosa, appartenente a una clessidra, e l’ha messa in bocca.

Morto al policlinico

Una vicina di casa, infermiera di professione, è riuscita a levare solo dopo qualche minuto la ventosa dalla gola del piccolo, dove era rimasta bloccata. Il bambino è stato quindi trasportato dagli operatori del 118 in ambulanza al Policlinico universitario di Messina, dove è deceduto poche ore dopo il suo arrivo. Nel fascicolo aperto dalla Procura risultano indagati per omicidio colposo entrambi i genitori, che sono già stati interrogati dalla polizia giudiziaria e hanno fornito i dettagli sull’episodio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto