Si spara in bocca dopo aver ucciso la moglie, era fuggito dagli arresti domiciliari

Si è sparato un colpo di pistola in bocca nell’area di servizio di Arino (Venezia) dell’autostrada A4, l’uomo che stamane con la stessa arma aveva ucciso la moglie a Lonigo.

I medici che sono intervenuti hanno tentato di tenerlo in vita e hanno deciso il suo trasferimento, con un elicottero, all’ospedale di Padova. Lo si apprende da fonti vicine alla questura di Venezia.

Diversi colpi di pistola contro la donna

L’uomo ha ucciso la moglie con vari colpi di pistola in mezzo alla strada, nella zona industriale di Lonigo, ed è poi fuggito. Si tratta di una coppia di serbi.  Zoran Luivanovic, 40 anni, era evaso lo scorso luglio dagli arresti domiciliari, misura disposta dall’autorità giudiziaria per violenze contro la moglie di 33 anni.

La donna è stata soccorsa da un’ambulanza del Suem 118, giunta dal vicino ospedale di Lonigo, ma anche per lei non c’era più nulla da fare.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto